BISCARETTI DI RUFFIA NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE

Cambio al vertice della Proprietà Fondiaria

Il Consiglio Direttivo della Federazione nazionale della proprietà fondiaria, che si è tenuto a Milano nella sede storica di via Santa Tecla, ha provveduto al completamento del rinnovo della cariche sociali per il triennio 2019-2021. Presente il Presidente di Assoedilizia e di Eurasia Achille Colombo Clerici. Claudio Biscaretti di Ruffia è stato nominato per acclamazione nuovo Presidente della Federazione; subentra a Giuseppe Visconti che ha retto le redini della Federazione nei due trienni precedenti e che, a norma di statuto, non era più rieleggibile.
Vicepresidenti sono stati nominati, sempre per acclamazione Alessio Agliardi e Michele Orlando, che hanno già ricoperto questa carica nel precedente mandato. Il nuovo Presidente, per molti anni ha ricoperto la carica di Vicepresidente della Federazione ed è attualmente anche Presidente della Proprietà Fondiaria di Novara. 
È Professore Associato di diritto dell’Unione Europea all’Università degli Studi di Milano - Bicocca ed esercita la professione di Avvocato nello Studio Legale Santa Maria in Milano. 
Biscaretti dopo aver ringraziato i presenti per la fiducia che gli è stata accordata ha assicurato il massimo impegno nel portare avanti le istanze della proprietà concedente la terra in affitto nelle diverse sedi istituzionali.
Con il supporto dei Vicepresidenti, dei Consiglieri e della Direzione, è mio auspicio - ha detto Biscaretti - operare nel solco virtuoso tracciato dai miei predecessori per dare slancio e vigore alla nostra Organizzazione, che deve confrontarsi con pari dignità nello scenario del mondo agricolo”. 
Il neo Presidente ha quindi tracciato alcune linee strategiche per il nuovo triennio che prevedono azioni a livello provinciale, regionale, nazionale ed europeo.
Dobbiamo essere orgogliosi - ha sostenuto con forza - della categoria che rappresentiamo in quanto l’affitto si conferma uno strumento essenziale per la competitività delle imprese agricole e per la tutela del patrimonio fondiario. Oggi l’affitto in agricoltura ha raggiunto cifre notevoli: ricopre una superficie di 5,8 milioni di ettari pari al 45,30% della SAU totale.
E partendo proprio da questi dati, Biscaretti vuole riaffermare in Italia e in Europa il ruolo dei proprietari concedenti la terra in affitto anche nell’ambito della nuova Politica Agricola Comune, per quanto riguarda soprattutto le misure strutturali ed ambientali.
Occorre - ha concluso Claudio Biscaretti di Ruffia - saper declinare la modernità, adattandola alla nostra realtà organizzativa ed operare con professionalità e competenza, nella tutela del mondo rurale sempre più aperto a recepire le esigenze dell’intera società”.