Il mistero del terzo piano - B. Gambaverde

I gialli si leggono, in genere, per arrivare alla fine. Non è stato sempre così: i grandi autori del secolo scorso, e prima ancora in Poe, il giallo aveva dignità di scrittura. Agiva in territori della società originali,
indagava realtà. Raccontava non solo delitti, ma ambienti e psicologie. Poi si è via via imposta una sorta di lettura orgasmica che chiedeva solo azione e sorpresa, così che nessuno pensa al Pasticciaccio
di Gadda come a un giallo. Ci deve essere una via di mezzo tra il capolavoro letterario e un libro mediocremente scritto. Questo è quanto la collana si propone: il lettore valuterà con quale risultato.

IL MISTERO DEL TERZO PIANO
Nel caos della nostra civiltà borghese gli ?idola?, come li chiamava Francesco Bacone, le false credenze, i falsi valori, quattro secoli dopo, nuotano ancora come pesci nell?acqua. In questa situazione, che non somiglia neanche lontanamente a uno stato di natura e in cui la stessa natura è brutalmente coinvolta, il delitto è sempre un atto di crudeltà?
Gambaverde dimostra, in questo breve romanzo pieno di finezze psicologiche, come sia ormai difficile distinguere con certezza il bene dal male.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni