ACCADDE L'11 OTTOBRE


La Legione Lombarda fu un'unità militare della Repubblica Transpadana, entità statale che si costituì nel 1796 in seguito all'occupazione militare francese prendendo a modello le istituzioni della Francia rivoluzionaria. La Legione Lombarda fu il primo reparto militare italiano ad avere come stendardo un vessillo tricolore.

I tre colori nazionali italiani debuttarono a Genova il 21 agosto 1789 su una coccarda tricolore, mentre la nascita della bandiera d'Italia avvenne il 7 gennaio 1797, quando diventò per la prima volta vessillo nazionale di uno Stato italiano sovrano, la Repubblica Cispadana.

La Legione Lombarda venne dotata di un vessillo militare rosso, bianco e verde. La prima citazione di un tricolore italiano come bandiera militare è presente in una circolare del 27 vendemmiaio dell'anno V (18 ottobre 1796) diretta ai governi provvisori di BolognaFerraraModena Reggio nell'Emilia; alle quattro città, federatesi due giorni prima per la difesa comune, nella circolare venivano indicate le norme di formazione della legione militare (per la denominazione di questo corpo militare fu scelta la storia dell'antica Roma, con il richiamo delle legioni romane) a cui tutte dovevano partecipare, e vi si citava la bandiera a tre colori nazionali italiani anche se questi colori non fossero esplicitamente riportati; nonostante ciò, in un prologo della circolare, veniva comunicato che la norma «è una traccia che il generale in capite dell'armata francese in Italia le ha consegnato». Il "generale" riportato è naturalmente Napoleone Bonaparte, la cui intromissione nei più minuti dettagli dell'istituzione del nuovo corpo armato viene confermata nel verbale della prima riunione della Giunta di difesa generale. La Legione Lombarda fu quindi il primo reparto militare italiano ad avere come stendardo un vessillo tricolore. La bandiera tricolore venne proposta a Napoleone dai patrioti milanesi Secondo le fonti più autorevoli la scelta perpetrata dai membri della Legione Lombarda di sostituire il blu della bandiera francese con il verde è anche legata al colore delle divise della Milizia cittadina milanese i cui componenti, fin dal 1782, indossavano un'uniforme di questa tonalità, ovvero un abito verde con mostrine rosse e bianche; per tale motivo, in dialetto milanese, i membri di questa guardia comunale erano popolarmente chiamati remolazzit, ovvero "piccoli rapanelli", richiamando le rigogliose foglie verdi di questo ortaggio.  

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni