ADDIO ALLA RAGAZZA DEL SECOLO SCORSO

Rossana Rossanda ci ha lasciato, ieri notte, all'età di 96 anni

Rossana Rossanda cresce a Milano, dove tra il 1937 ed il 1940 frequenta il liceo classico Alessandro Manzoni, anticipando di un anno l'esame di maturità. Iscrittasi poi alla facoltà di filosofia della Statale, fu allieva del filosofo Antonio Banfi. Giovanissima prese parte alla Resistenza contro il nazifascismo. Dopo la Liberazione si iscrisse al Partito Comunista Italiano. In breve tempo, grazie anche alla sua profonda cultura, venne nominata responsabile della politica culturale del PCI. Nel 1963 venne eletta per la prima volta alla Camera dei Deputati. Con il Pci Rossana Rossanda ebbe un rapporto molto forte  che si deteriora fino a spezzarsi  sull'onda  del movimento studentesco  e dell'invasione della Cecoslovacchia, fino alla rottura definitiva. Con Valentino Parlato, Lucio Magri, Luigi Pintor fonda  nel 1969  il Manifesto, prima come rivista, poi come quotidiano. Rossana Rossanda negli anni cinquanta diede a Milano uno straordinario impulso alla Casa della Cultura, che diresse per oltre dieci anni. Rossanda compì il'miracolo' di garantire alla Casa della Cultura un suo spazio di libertà intellettuale nel quadro della cultura della sinistra italiana. Il 'miracolo' nasceva dal contenuto critico delle iniziative di Rossana Rossanda che riusciva a mantenere uno spazio proprio, libero, in un tempo in cui  la fortissima repressione della politica da parte del ministero degli Interni diretto da Scelba poteva rendere più che difficile il mantenere la linea originaria della istituzione.
Il 7 dicembre 2011 il Comune di Milano ha conferito a Rossana Rossanda l'Ambrogino d'Oro. 

Roberto Cenati
Presidente Anpi Provinciale di Milano

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni