L' ERMITAGE AL CINEMA

Solo il 21, 22, 23 ottobre l'Ermitage in anteprima nelle sale italiane

Rimane solo tre giorni il 21, 22, 23 ottobre, in anteprima nelle sale italiane, il docu-film, “Ermitage. Il Potere dell'Arte”,dedicato a San Pietroburgo e al suo Museo. Il luogo è straordinario: oltre tre milioni di oggetti d’arte di epoche diverse e più di 30 km di percorso di visita per uno dei musei più amati e visitati del mondo (4,2 milioni nel 2018). E straordinaria è la città che lo ospita, giovane (della metà del 1700) e dall’identità complessa, eppure da subito protagonista della Storia.

Tante le anime e le sfaccettature di quei luoghi, difficili da cogliere nel loro insieme, ma il docufilm incolla il pubblico alla narrazione, conducendolo, attraverso i secoli, nella storia Russa e nelle vicende culturali che hanno portato allo sviluppo delle collezioni dell’Ermitage.

Un viaggio pieno di fascino, che si dipana in modo originale ed emozionante, guidato dall’attore Toni Servillo, che racconta, tra arte, letteratura, musica, poesia, immagini della grande danza russa, dei capolavori del museo e della città, le vite dei grandi zar e le ore buie di San Pietroburgo e della Russia. Ad arricchire l'articolato racconto intervengono il regista Aleksandr Sokurov, che con il film “Arca Russa” ha interpretato l’Ermitage come un luogo sospeso nel mondo e nel tempo, il direttore generale del museo e altre voci importanti della cultura contemporanea.

Alla fine, senza fiato, sovrastati dalle bellezze e dalle storie respirate, viene voglia di congratularsi con Didi Gnocchi, autore del soggetto e, con Giovanni Piscaglia, della sceneggiatura, con il regista Michele Mally, con il compositore della colonna sonora, Dmitry Myachin, e con tutti coloro che hanno contribuito.

 Il documentario, prodotto originale di 3D Produzioni e Nexo Digital, realizzato in collaborazione con Villaggio Globale International e Sky Arte, con il patrocinio e la collaborazione di Ermitage e il sostegno di Intesa Sanpaolo, fa parte del progetto de “La Grande Arte al Cinema”, e verrà poi distribuito in tutto il mondo.

Grazia De Benedetti