Bel Ami-Guy de Maupassant

A cura di Stelio Ghidotti

INCIPIT


Quando la cassiera gli ebbe dato il resto dei cinque franchi, Giorgio Duroy uscì dal ristorante. Siccome aveva un bel portamento, sia per natura, sia per posa di ex sottufficiale, si impettì, si arricciò i baffi con un gesto militaresco abituale, e girò su quelli che stavano a tavola uno sguardo rapido e circolare, uno di quegli sguardi da bel giovane, che si stendono intorno come una rete nell’acqua.


FINIS


Scese con lentezza l’alta gradinata fra due ali di spettatori. Ma non li vedeva; adesso il pensiero tornava indietro, e davanti ai suoi occhi, abbagliati dalla luce del sole, passava l’immagine della signora de Marelle che, di fronte allo specchio, si aggiustava i piccoli riccioli delle tempie, sempre sfatti quando si alzava dal letto.