DALLA FINESTRA - 1

Dalla finestra della mia camera da letto, nonché studio, ho il privilegio di poter avere la visione di una larga parte di Villa Taranto, vale a dire di uno dei giardini più belli d'Italia e del mondo.
Pur essendo la mia casa non certo ascrivibile alla categoria di lusso ma al contrario di stampo popolare, perché fatta costruire alla fine degli anni '50 dalla Montefibre affinché una parte dei suoi operai con prole potesse stabilirvisi.
La zona, dove sono stati alzati dodici palazzi comprendenti ciascuno undici appartamenti, è stata resa più chic dal passare del tempo. Sebbene a me personalmente piacesse di più prima, quando - alla metà degli anni '60 - la strada statale che collega Intra con Pallanza doveva ancora essere costruita e, soprattutto, c'era il prato che non ospitava, come ormai da tempo, un palazzo e un villone a due piani con gelateria annessa, comunque il quartiere dove continuo ad abitare continua a essere sempre bello.
A sinistra mi è possibile vedere una parte del lago Maggiore, con sullo sfondo la montagna di Laveno che, nel romanzo "Rubè", Giuseppe Antonio Borgese aveva definito simile a un vulcano buono, forse per il fatto che la sommità somiglia appunto al cratere di un vulcano spento. 
All'incirca dalla metà degli anni '70 ho anch'io paragonato la parte di questo lago che arriva fino a Stresa e oltre come a un qualcosa di diverso dalla realtà, vale a dire accomunandola all'oceano Pacifico della California meridionale, perché leggendo le bellissime storie che lo scrittore americano Raymond Chandler aveva pubblicato, identificavo quei luoghi da lui descritti in quelli nostrani nei quali vivevo e fantasticavo.
I paesi lungo la costa, le ville talvolta sontuose, le montagne circostanti e soprattutto lo specchio lacustre dove la notte le vivaci luci multicolori dei paesi costieri si riflettono sull'acqua al pari di vividi pensieri giovanili.
Ecco: il rimirare la natura mi è di  conforto durante questi terribili giorni che stiamo vivendo.

Antonio Mecca

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni