DIRITTI DELLE DONNE E DELLE COPPIE DELLO STESSO SESSO

Segnalo tre passaggi dellintervista ad Annamaria Bernardini De Pace, avvocato, blogger e giornalista, trasmessa oggi da Le Fonti TV sui diritti delle donne e delle coppie dello stesso sesso.

"IL DDL PILLON METTE A RISCHIO I DIRITTI DELLE DONNE"

I diritti delle donne oggi sono molto a rischio perché ci sono disegni di legge, tipo quello di Pillon che prevede i tempi paritetici, l'eliminazione dell'assegno di mantenimento, un insieme di cose che porta a considerare l'uomo e la donna identici e sovrapponibili. Questo non è vero. La donna nella famiglia è molto diversa dall'uomo, i ruoli si devono compenetrare, devono essere complementari. Fare leggi di questo genere significa non valorizzare la donna e non valorizzare la madre.

"ODIO IL TERMINE AVVOCATA, ACCENTUA LA DISCRIMINAZIONE"

"Ho tutte donne nel mio studio e solo 4 uomini e non guadagnano certo più delle donne, è una cosa di cui vado fiera. Adesso c'è l'abitudine di chiamare le donne ‘avvocata’ e questo mi dà fastidio perchè l'avvocato è un ruolo neutro, il femminile accentua la discriminazione. Ribadisco per la situazione salariale che devono essere le donne a chiedere un giusto compenso. Per questo diritto io ho pagato personalmente, sono stata sospesa dall'ordine perchè ho osato avanzare certe richieste economiche, ritenute eccessive. In quel periodo, tra l'altro, ho scritto un libro che ha ottenuto grande successo. Come Fabrizio De Andrè riesco a trasformare il letame in fiore. E questo dovrebbero fare tutte le donne.


"LE ADOZIONI OMOSESSUALI DEVONO DIVENTARE UN DIRITTO"

Sto combattendo anche per l'adozione da parte delle coppie omosessuali perché essere differenti non vuol dire essere differenti solo biologicamente ma anche psicologicamente. La psicologia femminile ha una caratteristica forma concava, cioè accoglie, mentre la psicologia maschile ha una forma convessa, cioè dà l'impronta, dà la norma. E questo succede anche nelle coppie omosessuali, io mi batto per i loro diritti da quando avevo 14 anni. Abbiamo celebrato le loro unioni ma ora voglio che la legge riconosca anche per queste coppie il diritto all'adozione. L'adozione è una questione di amore e di responsabilità e non si realizza solo se ci sono un maschio e una femmina. È giusto che una coppia omosessuale possa occuparsi dei figli degli altri avendone naturalmente la capacità. Servono degli psicologi che attestino la complementarietà delle loro psicologie.


Silvia Chicconi

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni