GIALLO A VERBANIA 15

- Ero io – puntualizzò, senza cadere nella tentazione di rivoltarsi con lo sguardo nella se stessa di allora che già rivedeva di continuo con la mente, e che ancora era e sempre sarebbe stata dentro di sé. - È stata una partigiana… - commentai.

- Già. Nella valle dell’Ossola, rifugiata sulle montagne qua vicino per sfuggire insieme ai miei compagni a quei farabutti di fascisti e nazisti. Banditen!, ci definivano loro. Noi invece ci definivamo resistenti: resistenti alla barbarie imperante da quando era nata la repubblica di Salò. E non che prima si stesse meglio.

- Immagino l’esistenza grama che deve avere vissuto… Sollevò le spalle, che la vecchiaia aveva reso gracili e arreso a un tempo che non era più il suo.

-È stato moltissimi anni fa. Ma sieda, cosa fa ancora in piedi? Sedetti, mentre l’uomo restava addossato alla parete sulla quale si apriva, alla sua destra, la porta dalla quale avevamo fatto il nostro ingresso. Pensai potesse trattarsi del figlio. L'età corrispondeva. Sulla novantina lei, sui settanta lui. Dopo che mi fui, per così dire, accomodato l’anziana signora si informò sul perché della mia visita.

- Sono alla ricerca di un giovane americano scomparso il 17 ottobre scorso dall'ostello qui vicino. Insieme a lui è scomparsa anche una ragazza di 22 anni residente a Cittiglio.

- E per quale motivo si è rivolta a me? – ci tenne a sapere.

- Perché i due sembrerebbero essere scomparsi là dove risiedono i resti del suo albergo, signora Martinelli. Questo è testimoniato dal ritrovamento da parte mia di un biglietto di traghetto andata e ritorno Laveno-Intra emesso in quello stesso giorno: 17 ottobre, e utilizzato per la sola andata.

- E lei afferma di avere trovato il biglietto nei pressi del mio ex albergo? Confermai la cosa. Il biglietto lo avevo lasciato nella mia camera, fra le mie cose. - E questo cosa vorrebbe stare a significare? Solo che quei due ragazzi si erano appartati per amoreggiare, mi sembra di capire.

- Potrebbe certo essere. Ma per quale motivo gettare via un biglietto ancora non utilizzato per intero? 

- Le sarà sfuggito di tasca – interloquì l'uomo con la sua voce profonda, che sostituiva forse una profondità mentale in lui assente. 

- Che le sia sfuggito di tasca è pressoché sicuro – replicai - Ma in quale maniera? Durante un corpo a corpo amoroso o durante una colluttazione disperata con disparati individui?

- Spieghi meglio il suo pensiero… 



Antonio Mecca

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni