GIALLO A VERBANIA 8

- Sono Andrea De Fabiani, il direttore - si presentò. - Lorena mi ha accennato il motivo della sua visita. Si accomodi - invitò mostrandomi il suo ufficio. Entrai nella stanza, modernamente arredata con tanto di scrivania di metallo e quattro sedie sempre di metallo ma rivestite di stoffa grigia puntellata da foruncoli, che facevano pensare allo sfogo di morbillo di un canuto vegliardo. Una finestra di ampie dimensioni riversava la luce del giorno proveniente da un cielo azzurro smaltato. Dalla stazione ferroviaria a poche centinaia di metri provenne il fischio sempre più vicino di un treno che si stava avvicinando. Il direttore era magro, la barba che gli copriva la parte inferiore del viso era poco folta e brizzolata, al contrario dei capelli che erano ancora scuri e folti.

- In cosa posso esserle utile? – chiese seduto alla scrivania.

- Vorrei poter consultare qualche numero arretrato del vostro giornale, a partire dal 18 ottobre scorso. Voi coprite anche la zona di Laveno? Gli raccontai della scomparsa avvenuta il 17 ottobre a Verbania di un giovane americano e di quella di una ragazza risiedente a Cittiglio, che probabilmente aveva preso il traghetto in partenza da Laveno alle ore 15,00, senza fare in seguito ritorno a casa. Gli mostrai il biglietto in questione. 

- La persona che ha acquistato il biglietto viaggiava con una moto di piccola cilindrata – aggiunsi.

- Dove lo ha trovato?

Glielo dissi.

- Interessante… - commentò. Poi aggiunse: - La accompagno alla sala archivi. Se vuole seguirmi… Lo seguii fino alla seconda stanza presente lungo il corridoio, anche questa non occupata.

- Ecco – disse il direttore, indicandomi una scansia di giornali impilati. – Può consultarli con comodo. Ora, se mi vuole scusare… Lui uscì da quella stanza per fare ritorno nella sua. Guardai le copie dei quotidiani presenti, trovai quella relativa al 18 ottobre, la sfilai dal gruppo e la sfogliai, fino a trovare le pagine dedicate a Laveno e a controllare poi se c’era un articolo che parlava di qualcosa o di qualcuno da potere accostare alla scomparsa di Thomas Anders. C’era. Nella prima delle due pagine riguardanti Laveno Mombello trovai il seguente articolo di cronaca.

Antonio Mecca


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni