I BUDDENBROOK di Thomas Mann

a cura di Antonella Di Vincenzo

I Buddenbrook (Buddenbrooks. Verfall einer Familie, 1901)
di Thomas Mann

INCIPIT
"Che cos'è?...Che...cos'è?..."
"Eh, diavolo, c'est la question ma très chère demoiselle!".
La moglie del console Buddenbrook, seduta accanto alla suocera sul divano dalle linee squadrate laccato di bianco e adorno di una testa di leone dorata, con i cuscini ricoperti di tessuto giallo chiaro, lanciò un'occhiata al marito nella poltrona vicino a lei e andò in aiuto della figlioletta che il nonno teneva sulle ginocchia, accanto alla finestra.

FINIS
Ma allora Sesemi Weichbrodt si alzò in piedi vicino al tavolo, si fece più alta che poteva. Si erse sulla punta dei piedi, tese il collo, batté un colpo sulla superficie del tavolo e la cuffia le tremò sulla testa.
"E' così!" disse con tutte le sue forze e lanciò alle altre uno sguardo di sfida.
Era lì, vincitrice nella battaglia virtuosa che aveva combattuto per tutta la vita contro le tentazioni del suo raziocinio di insegnante, gobba, minuscola e fremente di convinzione, una piccola profetessa, appassionata e vendicatrice.