LAVORO DOMESTICO

Colf e badanti (Parte I)

Cittadinanza dei lavoratori domestici nelle province italiane

I dati INPS (2020) considerano la cittadinanza dei lavoratori domestici regolari in Italia. Da qui è possibile osservare come nel Mezzogiorno, e soprattutto in Sardegna, le province siano caratterizzate da una prevalenza di lavoratori domestici italiani, arrivando addirittura all’87% a Nuoro ed Oristano. Al contrario, nelle province del Nord e Centro Italia, colf e badanti sono per la maggior parte stranieri, grazie anche alla vicinanza ai paesi dell’Est Europa. Roma (83%) e Milano (84%) risultano i capoluoghi di Regione con la più alta percentuale di lavoratori domestici stranieri.



Lavoratori domestici per provincia e nazionalità 

Prime 10 Province

per presenza italiana

% italiani

Prime 10 Province

per presenza straniera

% stranieri

Nuoro

86,8%

Milano

84,2%

Oristano

86,5%

Roma

82,7%

Cagliari

81,6%

Bologna

82,4%

Sassari

77,5%

Modena

80,6%

Trapani

74,7%

Parma

80,1%

Agrigento

65,1%

Reggio Emilia

80,0%

Benevento

62,8%

Firenze

79,0%

Enna

61,9%

Piacenza

78,3%

Isernia

61,4%

Ravenna

78,1%

Crotone

60,3%

Venezia

77,9%

Media nazionale

31,2%

Media nazionale

68,8%


Elaborazioni Osservatorio DOMINA su dati INPS

Incidenza maschile nel totale dei lavoratori domestici
Osservando invece la componente maschile, DOMINA rileva che mediamente gli uomini rappresentano il 12,4% del totale (poco più di 114 mila) e che hanno registrato un significativo aumento nell’ultimo anno.

Sebbene in termini assoluti il maggior numero di lavoratori domestici maschi sia concentrato a Roma (17.646) e Milano (15.352), in termini relativi è possibile osservare che la presenza maschile è molto più accentuata nelle province meridionali rispetto a quelle settentrionali. A Palermo l’incidenza maschile nei lavoratori domestici è al 28%, seguita da Messina (27%). Al Nord, ed in particolare a Udine e Gorizia (95%), la presenza femminile è nettamente superiore.


Lavoratori domestici per provincia e genere (2020) 

Prime 10 per presenza femminile


Prime 10 per presenza maschile

Elaborazioni Osservatorio DOMINA su dati INPS

Secondo Lorenzo Gasparrini, Segretario Generale di DOMINA, “il nostro Paese è caratterizzato da una serie di specificità e di peculiarità straordinarie. Le differenze demografiche, sociali ed economiche si traducono in comportamenti e scelte diverse da parte delle famiglie. Per questo, il lavoro domestico assume forme e caratteristiche diverse: in Sardegna, ad esempio, è molto più diffuso ed è quasi esclusivamente appannaggio dei lavoratori italiani. In Sicilia, invece, aumenta la presenza maschile. Conoscere queste specificità è fondamentale per pianificare misure di sostegno mirate agli effettivi bisogni delle famiglie”.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni