LINATE: CHIUSURA E DIRITTI DEI PASSEGGERI

Chiusura temporanea dal 27 luglio al 27 ottobre 2019

Lo scalo aeroportuale di Linate subirà, nei prossimi mesi, importanti lavori di ristrutturazione per migliorare infrastrutture e sicurezza. Tutto questo dopo aver chiuso un 2018 da record con 24.000 voli e una percentuale di puntualità che ha sfiorato l'83%. Nel frattempo gli aeroporti di Malpensa e Orio al Serio si stanno preparando per assorbire un aumento di passeggeri di circa il 36%.

I dati provengono da uno studio condotto da AirHelp, società che offre supporto ai passeggeri in caso di ritardo o cancellazione.Roberta Fichera, portavoce di AirHelp Italia ha affermato: “Siamo certi che Milano Malpensa e Bergamo Orio al Serio stiano già applicando tutte le misure necessarie per prevenire disagi ai passeggeri, ma inevitabilmente ce ne saranno moltissimi: ecco perché vogliamo ricordare ai viaggiatori che, per ritardi e cancellazioni, hanno diritto a un risarcimento fino a 600 euro a persona".

Dal momento che la legislazione turistica va nella direzione di una tutela sempre maggiore dei diritti dei passeggeri, diventa utile, per la richiesta di un rimborso/risarcimento:

- conservare la carta di imbarco o, in generale, qualsiasi documento di viaggio che riporti il numero della prenotazione;

- chiedere informazioni che siano il più dettagliate possibile sui motivi del ritardo

- prendere nota dell'orario di arrivo a destinazione dal momento che, se il ritardo supera le 3 ore si ha diritto al risarcimento;

- non firmare nulla o accettare buoni e/o omaggi della compagnia. In questo caso il diritto al rimborso decade.

Inoltre, non tutti sanno che, a seconda dell'ammontare del ritardo e della lunghezza del volo, è possibile chiedere, a titolo gratuito, cibo e bevande direttamente alla compagnia aerea.

Altre due informazioni utili: per voli in ritardo, cancellati o imbarchi negati, tutte le compagnie aeree (low cost comprese) devono corrispondere da 250€ a fino 600€ di rimborso a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto acquistato.

Il diritto al risarcimento finanziario deve essere richiesto entro tre anni dalla data di ritardo del volo. Circostanze straordinarie come condizioni meteo avverse o emergenze mediche esentano la compagnia aerea dall'obbligo di risarcire i passeggeri dei voli.

Antonella Di Vincenzo