NATUROPATIA IN BREVE 120

Proprietà e benefici della castagna.

La castagna è costituita per quasi il 50% di acqua e per circa il 40% di carboidrati, mentre il resto si divide tra sali minerali, vitamine del gruppo B e soprattutto fibre. Tra le vitamine spiccano la B1 detta anche tiamina che interviene nel metabolismo dei carboidrati e nella loro conversione in energia, e la B9 o acido folico consigliata alle donne in gravidanza per la corretta crescita del feto. La presenza di carboidrati facilmente assimilabili e di sali minerali rende la castagna il frutto ideale per contrastare gli stati di astenia fisica e mentale, per chi soffre di disturbi causati dallo stress e per chi deve riprendere le forze dopo un’influenza. Un etto di castagne può essere paragonato ad un piatto di pasta, per l'apporto calorico e di carboidrati, con la differenza che le castagne non contengono glutine e quindi possono essere consumate anche dai celiaci. Le fibre contenute nella castagna favoriscono la giusta funzionalità dell'intestino e regolano l'assorbimento dei grassi, riducendo così il rischio di ipercolesterolemia. A parte tutti questi benefici, la castagna è anche conosciuta come un frutto difficile da digerire ed è sconsigliata a chi soffre di dispepsia (difficoltà digestiva) e meteorismo.
Curiosità
Quando pensiamo alla castagna come frutto in realtà ci riferiamo al seme del castagno perché il frutto è in realtà il riccio che la contiene. Un test per scoprire se le castagne sono buone è quello di immergere nell'acqua, quelle che emergono immediatamente contengono il verme e non si possono mangiare. Sapete qual'è la differenza tra castagna e marrone? Per castagna si intende il frutto della pianta selvatica mentre il marrone è il frutto dei castagni coltivati.
Claudio Dianese Naturopata

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni