NATUROPATIA IN BREVE 26/2

Retinite pigmentosa, cos’è, sintomi e rimedi (Quinta parte)

Nonché margarine, stai attento, perché questi oli, spesso idrogenati, sono diffusissimi nei prodotti commerciali, ma spesso anche artigianali: biscotti, cracker, grissini, torte, merendine, gelati, ecc.

Integratori

Secondo recenti studi l'impiego terapeutico di integratori a base di sostanze antiossidanti e di componenti del pigmento maculare quali la luteina e la zeaxantina sarebbero molto utili soprattutto nelle fasi iniziali della patologia. Sono dell’idea che tutti i fattori protettivi per la salute debbano essere assunti dagli alimenti, perché nel cibo agiscono sempre in sinergia con le altre sostanze presenti. Tuttavia, se necessario è vantaggioso ricorrere ad appropriate integrazioni. Molti di questi prodotti sono liposolubili e dovrebbero quindi essere sempre assunti con alimenti grassi. Omega-3 – il DHA deve prevalere o essere addirittura da solo.  La retina è ricca di questo fattore. Curcuma – la curcumina  ha una notevole azione antinfiammatoria, capace di abbassare la PCR. Inoltre, riduce gli AGEs (advanced glycation end products)  ed è un potente antiossidante nei confronti dei radicali liberi. Gli AGEs, sostanze tossiche che danneggiano le proteine vitali,  vengono prodotte da una dieta ricca di zuccheri: gli zuccheri,  attraverso una reazione non-enzimatica,  si legano irreversibilmente con amminoacidi liberi, lipidi e acidi nucleici.
Claudio Dianese Naturopata
claudio.dianese@gmail.com

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni