AIUTI ALLE IMPRESE E DIDATTICA A DISTANZA

Nella mattinata del 06 aprile si è svolto il consiglio dei ministri per discutere degli aiuti alle imprese e della scuola. Per quest'ultimo comparto si prospetta il ricorso alla didattica a distanza obbligatoria da dopo Pasqua. All'ordine del giorno anche il rinvio delle prossime elezioni regionali e lo stop alle attività non essenziali dei tribunali almeno fino al 03 maggio.

Sul fronte degli aiuti alle imprese si studiano iniezioni di liquidità per evitare i fallimenti aziendali e favorire i prestiti. Circolano voci secondo le quali, per prestiti fino a 25.000 euro non saranno richieste garanzie bancarie, per velocizza l'iter della richiesta stessa. Queste somme si potranno restituire in 6-7 anni con un tasso di interesse molto vicino allo zero.

Circolano sempre voci di norme per impedire scalate ostili alle aziende di interesse strategico e non solo. Si parla anche di altri settori che saranno interessati da questo provvedimento. Tra questi quello alimentare.

In parallelo al Governo è tornato a riunirsi anche il comitato tecnico scientifico per continuare il ragionamento sulla ormai famosa fase due.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni