A GARA I LOCALI LIBERI DEL COMPLESSO DI VIA ALDINI

Prevista la destinazione socio-culturale per due spazi. Tasca: “Procediamo con la valorizzazione rispettando la funzione dell’immobile”

Approvate le linee di indirizzo per la concessione, attraverso un bando di gara, degli spazi liberi nell’edificio di proprietà comunale di via Aldini 68-72. Si tratta di quattro lotti, due con destinazione socio-culturale o formativa e due con destinazione ufficio. La superficie complessiva è di 1.437 metri quadrati per un canone annuo totale di 56.745 euro.
“Continua il percorso di valorizzazione immobiliare intrapreso da questa Amministrazione”, ha affermato l’assessore al Demanio Roberto Tasca, che ha aggiunto: “Con il bando per l’affitto degli spazi di via Aldini cerchiamo di riempire i locali vuoti con nuove attività socio-culturali e di ufficio, compatibili con ciò che avviene da tempo nell’immobile e con l’intenzione di valorizzare economicamente gli spazi”.
I due lotti con le metrature maggiori (rispettivamente di 348 e 659 metri quadrati) prevedono destinazioni di tipo socio-culturale. In particolare saranno destinati ad attività formative ed educative nell’ambito musicale per persone con fragilità psichico-motorie. Sarà cioè richiesta la creazione di un centro di promozione sociale e umana per le persone con disabilità e a rischio esclusione sociale.
Per questi spazi la gara assegna sessanta punti all’offerta tecnica, in cui sarà valutata la proposta progettuale in relazione al coinvolgimento del territorio e quaranta punti all’offerta economica. Per gli altri due spazi a uso ufficio (rispettivamente di 205 e 225 metri quadrati) la modalità di assegnazione sarà unicamente quella dell’offerta economicamente più alta.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni