BREVI DALL'EUROPA

Tratte dall'edizione del Tg3 del 26 aprile

Spagna:

Si allenta il confinamento per i bambini mentre anche qui il settore dell'agricoltura risente della mancanza di manodopera. Per la raccolta degli asparagi, per esempio, si stima che andrà perso circa un terzo del raccolto. Preoccupa la disoccupazione in crescita con circa novecentomila persone che hanno già perso il lavoro.

Si stima un crollo del PIL pari al 13%.

 

Germania:

Cresce l'insofferenza nei confronti delle misure restrittive tanto che questa mattina ci sono state manifestazioni a Berlino e Stoccarda. Saltate le norme di distanziamento sociale così come la legalità dato che le manifestazioni non erano autorizzate. Si è trattato di proteste non violente. La maggior parte delle persone si limitava a stare seduta per terra, in posizione yoga, con una rosa bianca in mano.

Questo fiore ere il simbolo della protesta contro il nazismo.

Gli intervistati hanno detto di agire in difesa della Costituzione e per la libertà di espressione.

 

Seguono notizie flash da altri paesi:
Polonia:
Crescono le proteste dei lavoratori transfrontalieri che chiedono di tornare a lavorare in Germania. Le frontiere resteranno chiuse almeno fino al 3 maggio.

-  Gran Bretagna:
Il premier Johnson tornerà ufficialmente al lavoro lunedì 27 aprile. I decessi dovuti al virus sono arrivati a quota 20.000 mentre i contagi sono ancora in crescita. Vista la situazione, la comunità scientifica è contraria, per ora, a qualsiasi tipo di riapertura.

-  Francia:
Il Governo ha presentato un piano in undici punti sulle riaperture progressive nel paese. Si inizia l'11 maggio.

 


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni