BREVI DALLA LOMBARDIA

Tratte dal tg3 del 18 aprile

Si mantiene alta l'attenzione sulla Lombardia in vista della fase due.

I dati diffusi questa mattina parlano di un'ulteriore crescita dei contagi tra Milano e l'hinterland. Intervistato in proposito, il prof. Massimo Galli dell'ospedale Sacco ha detto che la programmazione delle azioni a venire dovrà essere condivisa e applicata con chiarezza. A suo parere, è quindi indispensabile il dialogo tra Governo e Regioni.

Alla domanda su una seconda ondata di contagi in autunno, risponde che non si sa. Si parla di un'eventualità piuttosto che di una certezza.

Alla domanda sui test sierologi, si dichiara favorevole al loro utilizzo. La prospettiva di fare tamponi a tappeto non sarebbe sostenibile.

 

Milano:

Per quanto riguarda le indagini sulle Rsa, la prossima settimana sono previsti i primi interrogatori del personale del Pio Albergo Trivulzio mentre è stata resa nota una lettera del personale medico che prende le distanze dalle decisioni assunte dai vertici della struttura.

 

Brescia:

Si sottolinea la crisi che ha colpito i vivai e i singoli rivenditori di piante e fiori.

A molte strutture di questo tipo è stato concesso di riprendere i lavori di manutenzione del verde anche se il danno economico è ormai evidente. Sono crollati il mercato interno delle cerimonie e degli eventi e l'export. Molte piante e fiori sono già finiti al macero.
Le aziende, grandi e piccole, cercano di creare o di mantenere, laddove esisteva, una rete di vendita su internet. Il settore chiede al Governo interventi in denaro e indennizzi a fondo perduto.


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni