DALLA PROTEZIONE CIVILE

Un commento ai dati diffusi ieri

A commento dei dati diffusi ieri: i decessi sono stati 269, i nuovi positivi 1.965 dovuti al fatto che ben 43.000 persone erano state sottoposte al tampone.
Proseguono le evidenti differenze regionali per quanto riguarda i nuovi positivi. In ben quindici regioni se ne sono registrati meno di cento. Ad eccezione della Lombardia con un più di 700 casi e il Piemonte con un più di 400 casi.

Su questa situazione oggi l'intervista è al dottor Giancarlo Landini, responsabile del covid-hospital della Toscana. In questa regione i dati sono in calo e si può dire che, negli ultimi ricoveri, il virus sembra meno aggressivo. Anche qui si ribadisce la massima attenzione da prestare nell'imminente fase di convivenza con il virus.

Alla domanda sul ruolo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità nella gestione della pandemia, Landini ne critica apertamente l'operato. A suo dire le linee guida fornite non hanno fatto capire, da subito, la gravità del fenomeno.

Alla domanda sui casi di persone guarite che si riammalano esprime prudenza e la necessità di valutare più casi analoghi per capire la natura di questo fenomeno.

Sulla fase, secondo Landini, aveva senso procedere con aperture diversificate per regione tenendo conto della curva epidemica.


Redazione 2

 


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni