FASE DUE: ALLARME CRIMINALITÀ

I timori del capo della Polizia Franco Gabrielli

La notizia è comparsa sul sito di Rai news. La fine delle restrizioni porterà, inevitabilmente, a una ripresa della criminalità sia comune sia mafiosa, sempre pronta a infiltrarsi nel tessuto economico del nostro paese.

È l'analisi che fa il capo della Polizia Franco Gabrielli in una circolare inviata a questori, prefetti e capi delle direzioni del Dipartimento di Pubblica Sicurezza.

Il documento contiene anche le linee per riorganizzare gli uffici e i servizi sul territorio in vista della fase due.

Gabrielli scrive che bisognerà conciliare il "primario e prevalente obiettivo della tutela della salute del personale, alla cui salvaguardia deve essere ispirata ogni azione con la nuova situazione determinata "dall'allentamento delle misure di confinamento".

In questa nuova fase i controlli dovranno riguardare eventuali assembramenti e i luoghi dove si può determinare una concentrazione più alta di persone come autobus, metropolitane, stazioni, supermercati, ville, parchi, piazze e luoghi abituali di ritrovo.

I controlli saranno accompagnati da un'attenta attività di monitoraggio per poi segnalare agli enti locali le situazioni a rischio perché si prendano altri provvedimenti più adeguati.

Tra i rischi che identifica Gabrielli ci sono anche il disagio economico di tante categorie imprenditoriali e lavorative e la volontà, di alcuni, di utilizzare l'allentamento delle restrizioni per inscenare proteste di piazza.


L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni