FESTA ANNUALE DEL BORGO SELLA

Si è svolta domenica 22 settembre l’annuale Festa del Borgo Sella, nel Biellese, che ha visto riunirsi, su iniziativa del presidente Nicolò Sella di Monteluce e del Consiglio di Amministrazione dell’Opera Pia Sella, esponenti della borghesia, dell’aristocrazia, della cultura, dell’imprenditoria, tra i quali, la principessa Maria Gabriella di Savoia, il sindaco di Valdilana Mario Carli, il questore di Biella Nicola Parisi, il presidente della CCIA di Biella Alessandro Ciccioni, Nicolo' Calvi di Bergolo con la consorte Anna Maria, Inge Fila, Margot Alberti de Mazzeri, l'ambasciatore Piero Francese, Roberto Bracchetti, Paolo e Alda Bracco, il presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici con la moglie Giovanna .
Dopo la visita del Parco di Palazzo Sella e alle Collezioni dell’Opera Pia, si è celebrata la Messa nell’Oratorio e, a conclusione, un rinfresco nei locali dell’Opera Pia. Tutte le domeniche, da luglio al 22 settembre, l’Opera Pia Sella è stata aperta al pubblico.
L’ Istituzione fu fondata come scuola elementare ?nel 1799 da don Maurizio Pio Sella. ?Oggi la sua missione è di testimoniare ?e portare nel presente gli intenti educativi, sociali e culturali della famiglia Sella.
Il fondatore, Superiore dell’Ordine delle Missioni (1745-1827), quando alla chiusura e confisca napoleonica dei beni ecclesiali ritorna al palazzo avito a Sella di Mosso (Biella) per proseguire la sua? attività di educatore, vi apre una scuola / collegio / convitto.
Nel 1815 ne edifica la nuova sede. L’istituzione assume la forma giuridica di Opera Pia alla sua morte, quando la lascia sua erede universale.
L' Opera Pia viene successivamente arricchita da altri lasciti della famiglia, fra cui l’Oratorio seicentesco antistante il palazzo ?(lo statuto prevedeva sin dall’inizio un cappellano, con ufficiatura quotidiana per le scolaresche), reliquie, quadri e addobbi. Nel 1853 sorgono l’asilo infantile e la scuola femminile gestiti dalle Suore Rosminiane, e l'Opera diventa così? uno dei primi ginnasi italiani a fornire istruzione femminile.? Viene eretta Ente morale il 30 agosto 1863.
Le sue aule, che hanno visto molti dei protagonisti della nascente industria biellese assieme a giovani membri? della famiglia del fondatore, tra i quali il nipote Quintino, chiudono nel 1986 per mancanza di alunni.? Da allora l’Opera Pia ha sviluppato attività riguardanti cultura, documentazione, aggregazione di giovani e ha pubblicato diversi volumi riguardanti la sua storia.
Ha restaurato ed esposto nei suoi locali la collezione degli oltre seimila reperti minerali di Quintino Sella, ?di proprietà dell’ITIS di Biella.? Offre sede permanente alle mostre ”Nati a Mosso” e “Le scuole di Mosso”.
Svolge nella sua sede concerti, mostre di arti figurative, rassegne annuali di poesia, concorsi artistici periodici ?per giovanissimi.
È anche la sede della Pia Istituzione medico Sella, fondata nel 1854, erede universale del medico filantropo Bartolomeo Sella. Nel 2003 prende il nome di Opera Pia Sella.

 
Nella foto: da sin. Achille Colombo Clerici e Nicolò Sella di Monteluce

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni