FRANCESCO VAIA CI HA LASCIATO

Il 10 giugno 2020 è mancato il nostro caro Compagno FRANCESCO VAIA. Francesco, iscritto alla nostra sezione Anpi, è stato un carissimo amico, sempre presente alle nostre iniziative.
Un ricordo: il 25 aprile quando arrivavamo alla lapide di via Gurzoni, dove sono ricordati due caduti nella guerra di Spagna, invitavo la Banda degli Ottoni a suonare Ay Carmena, in ricordo anche del padre, Alessandro Vaia che ha combattuto nella guerra di Spagna, so che questo lo rendeva felice. Caro Francesco ti ricorderemo ancora con Ay Carmela.
Esprimiamo il nostro profondo cordoglio e la nostra vicinanza alla moglie Graziella, al figlio Federico, al fratello Vladimiro, in questo doloroso momento.
Dario Marchesi
ANPI - Dergano

Francesco Vaia, figlio di Alessandro Vaia, comandante partigiano e combattente garibaldino in Spagna e di Stellina Vecchio, staffetta partigiana, ci ha lasciato oggi pomeriggio. Francesco Vaia per anni presidente nazionale dell'Aicvas (Associazione Volontari Combattenti Antifascisti di Spagna), si è sempre battuto per tenere viva la Memoria della vicenda tragica, ma gloriosa della guerra civile spagnola, quando l'antifascismo europeo rispose al colpo di stato di Franco, con la partecipazione di decine di migliaia di volontari provenienti da 53 Paesi. Ho collaborato a lungo e intensamente con Francesco sui temi della Resistenza, dell'antifascismo e con lui abbiamo realizzato, nella ricorrenza dell'ottantesimo anniversario della guerra civile spagnola, una bellissima e riuscitissima mostra alla Casa della Memoria.
In Francesco ho sempre trovato una persona intelligente, cordiale, ironica, con la quale si riusciva immediatamente a stabilire un rapporto di comprensione e di amicizia. Francesco era da lungo tempo malato. L'ultima volta che l'ho visto è stato in occasione della grande manifestazione del 14 dicembre scorso a ricordo della tragica fine di Giuseppe Pinelli. Francesco in quell'occasione mi aveva parlato della sua malattia, ormai giunta allo stadio finale. E con il suo sorriso ironico, senza retorica, in tono quasi distaccato, mi disse: “Confesso che ho vissuto”.
Ricorderemo sempre Francesco con grande affetto.
Alla moglie Graziella, al figlio Federico, al fratello di Francesco, Wladimiro esprimiamo la commossa e affettuosa vicinanza di tutta l'Anpi Provinciale di Milano.

Roberto Cenati

Presidente Anpi Provinciale di Milano


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni