I BAMBINI DI GORLA

75 anni dopo

Era la mattina del 20 ottobre 1944 quando una bomba sganciata durante un raid aereo alleato colpiva la scuola Francesco Crispi nel quartiere di Gorla. Rimasero uccisi 184 bambini e 19 adulti tra insegnanti e bidelli. Al già grave bilancio si aggiunsero poi altri 18 decessi dovuti ai crolli causati dalle bombe.
Oggi al posto della scuola c'è una piazza dedicata ai “piccoli martiri”.

In occasione del 75° anniversario di quel tragico evento, sono previste una commemorazione sul luogo che si terrà domenica 20 ottobre e una mostra che sarà visitabile nei giorni precedenti alla Casa della Memoria.

Maria Luisa Rumi, tra i sopravvissuti di quella giornata, racconta: “[...] Di quei giorni ricordo la nebbia e le macerie. Oggi tutto ciò che desidero è tramandare ai ragazzi il valore della pace”.

adv