IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE - 1

Delle ore 18:00 di sabato 11 aprile 2020

La conferenza stampa di questo 11 aprile vede la presenza di Angelo Borrelli e del dott. Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria.

Si comincia dai dati numerici.

Il numero dei positivi è di 100.269, con un incremento di 1.996 casi rispetto a ieri.

Le persone in terapia intensiva sono 3.381 e sono 116 in meno rispetto a ieri.

Il totale dei ricoverati è di 28.144 e, anche in questo caso, c'è una decrescita di 98 persone. 

Il 69% degli asintomatici è in isolamento a casa. Il totale è 68.774.

Le persone decedute oggi sono state 619

Il totale dei guariti è di 32.534 con un aumento di 2.079 persone.

Le informazioni di tipo operativo:

- i tamponi effettuati fino a oggi sono stati 963.473 con un incremento, nella sola giornata di oggi di 56.609 unità;

- le forze in campo sono 20.616, il valore più alto dall'inizio della crisi;

- stamattina sono arrivati a Bergamo 88 infermieri che saranno poi trasferiti nelle regioni con le maggiori criticità; un gruppo è già partito in pullman per raggiungere Marche e Abruzzo;

- le somme a favore della Protezione Civile sono arrivate a quota 116 milioni di euro di cui 25 spesi fino a ora per l'emergenza.

Borrelli conclude con una buona notizia: la guarigione di un signore di 94 anni vicino a Roma.

Passa poi a elogiare e ringraziare tutte le forze in campo e poi fa a tutti gli auguri di buona Pasqua.

 

La parola passa quindi al dott. Villani.

Dopo un ringraziamento alla Protezione Civile per l'ottimo lavoro che sta svolgendo, fa il punto sulla pediatria ai tempi del virus. Lo fa usando i dati dell'ISS:

- 2.000 diagnosi di positività nella fascia 0-18 anni

- 900 i casi in quella 12-18 anni;

- 44 ricoveri nella fascia 0-1 anno;

In generale il ricovero in ospedale tocca il 7% dei casi.

In Italia non si segnalano né casi gravi, né decessi.

Questo, a suo dire, grazie al lavoro dei pediatri sul territorio.

Villani fa poi alcune annotazioni generali:

- per chi deve partorire, la situazione negli ospedali è sicura. I parti seguono un percorso di sicurezza molto preciso, che la mamma sia positiva o meno;

- per i neonati che nascono positivi ci sono tutti gli strumenti per gestire e monitorare i piccoli;

- le vaccinazioni in programma vanno fatte. Per questo motivo è possibile recarsi in ospedale in sicurezza;

- i bambini con patologie devono continuare a seguire le terapie date dagli specialisti. Anche in questo caso l'accesso all'ospedale è possibile oltre che doveroso.

Prima della conclusione Villani si sbilancia sui tempi di un vaccino che, per sua conoscenza, saranno "brevi".

Afferma che in vista dell'autunno ci si dovrà vaccinare per l'influenza.

Conclude dando la buona notizia di 903 nuovi nati. Chiude augurando a tutti Buona Pasqua.

Finisce qui la conferenza stampa.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni