IL CINEMINO, UN NUOVO CINEMA STA ARRIVANDO IN CITTA’

Nove amici cinefili nel quartiere di Porta Romana danno vita a un sogno nel cassetto con uno spazio cinema glocal

In via Seneca al 6 un ex studio di design si trasforma in una sala per proiezioni cinematografiche per ridare identità a un quartiere che fu ricco di schermi dal Maestoso al Lux, all’Ideal . Sogno che si avvera per gli organizzatori che hanno impiegato in modo ostinato la propria energia fisica e mentale. Una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Starteed indetta dal 27 dicembre e ancora in corso, da 15 euro a 30mila, in cambio di un grazie ciao alla poltrona intestata, agli affitti sala, ai biglietti e drink, al nome in ditta, una sala di 75 posti ristrutturata e insonorizzata con poltrone pieghevoli rosse da un cinema che ha chiuso, un bar arredato, proiettore e schermo trovati, tutto è pronto per l’apertura il 10 febbraio alle 19.00.

Vivo, coinvolgente, stimolante, promette di essere il Cinemino e all’apertura è in programma la proiezione in loop di Faithfull, il documentario di Sandrine Bonuaire su Marianne Faithfull che avverrà circa ogni ora e mezzo per cinque volte. Un’apertura al femminile che piace.

5 euro la tessera associativa per aderire all’associazione culturale che gestisce il locale più il biglietto del cinema sorseggiando qualche aperitivo al bar. La programmazione vuole essere multipla e differenziata in base all’orario e ai giorni della settimana. L’apertura è dalle 14.00 fino all’ultimo spettacolo serale intorno a mezzanotte. Nel pomeriggio si può assistere a un’offerta pensata per bambini e ragazzi e persone più mature, mentre in serata si dà spazio a rassegne, incontri con ospiti e anche workshop con gli addetti ai lavori. Film poco visti, non distribuiti, documentari, cortometraggi, film sperimentali, fuori formato con iniziative come cantare o recitare insieme a battute e musiche tratte da film, questi i punti forti della proposta cinematografica che vuole accompagnare il pubblico a ritrovare il piacere di stare in sala in compagnia.

Il Cinemino dunque vuole essere luogo di incontro, di aggregazione sociale e culturale, spazio creativo e accogliente dove far nascere nuovi progetti. Ambizione degli organizzatori è portare il cinema giovane attingendo da manifestazioni come Filmmaker International Film Festival per nuovi talenti e uno sguardo alla città cercando di tessere nuove tele sinergiche, collaborative per esempio con il vicino Teatro Franco Parenti e con le scuole che hanno espresso la volontà di partecipare. Sempre all’insegna di proposte interessanti e indipendenti in un luogo che vuole “reggersi sulle proprie gambe” per offrire un cinema “altro” e rinnovare quella magia che solo il cinema crea: essere qui e altrove, vivere vite e emozioni, parlare di passato ma anche di futuro.

Giusi De Roma

 


L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni