L'ORRORE DI AUSCHWITZ

La visita di un gruppo di ragazzi delle scuole superiori al campo di sterminio

Il 13 gennaio scorso un gruppo di studenti delle scuole superiori provenienti da tutta Italia sono stati in visita al campo di sterminio di Auschwitz.
L'iniziativa è promossa ogni anno dal Ministero dell'Istruzione e dall'Unione delle Comunità ebraiche in occasione della Giornata della Memoria che si celebra il 27 gennaio, giorno in cui le truppe dell'Armata Rossa entrarono nel campo svelando tutto l'orrore della “soluzione finale”.
Il 2020 segna un anniversario importante. Da quel giorno sono trascorsi 75 anni.
Questo viaggio, in particolare, era accompagnato dallo storico Marcello Pezzetti e da due sopravvissuti. In questa occasione hanno dato testimonianza Olec Mandic, figlio di una famiglia partigiana croata che fu internato a 11 anni e Tati Bucci che fu internato all'età di 6 anni.

Il passaggio di fronte ai forni crematori, dove sparivano le vittime finite nelle camere a gas, è stato l'occasione per la recita di una preghiera in ebraico letta dal rabbino di Verona Yosef Yitzchak e anche per ricordare le altre vittime del campo ovvero i Rom e gli oppositori politici.
Tra gli aspetti che hanno maggiormente sconvolto i ragazzi in visita ci sono stati la vastità del campo, le baracche in cui erano stipati i prigionieri e le terribili condizioni alle quali venivano sottoposti.


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni