LA NUOVA SCUOLA DI AMATRICE

Il plauso di Save the Children alla "Romolo Capranica"

A tre anni da quel 24 agosto 2016 quando un violento terremoto distrusse buona parte di Amatrice e dei comuni limitrofi, è stata ultimata la ricostruzione della scuola “Romolo Capranica” (il giovane amatriciano considerato il primo concittadino a morire nella guerra mondiale nel 1915, ndr) diventata il triste simbolo della devastazione post sisma.

All'inaugurazione era presente anche Save the Children con Raffaela Milano, direttrice dei Programmi Italia-Europa, che si è così espressa: “Apprendiamo con gioia la notizia dell’inaugurazione della nuova scuola per i bambini e le bambine di Amatrice: un luogo di apprendimento e aggregazione fondamentale per il loro futuro e che segna una tappa molto importante per la vita della comunità e per il processo di ricostruzione in corso”.

Raffaela Milano si è poi espressa sulla necessità di garantire l'istruzione a tutti i bambini, anche e sopratutto nei contesti con maggiore disagio e sull'importanza della sicurezza negli edifici ricostruiti tanto che Save the Children insieme a Cittadinanzattiva si è fatta promotrice di un Manifesto di nove punti per una proposta di legge che uniformi le normative e garantisca spazi sicuri per l'apprendimento.

L'organizzazione è presente ad Amatrice sin dalle prime ore dopo il sisma con attività didattiche portate avanti nella scuola provvisoria costruita a tempo di record dalla Protezione civile del Trentino. Un modo per restituire una parvenza di normalità attraverso il gioco, lo stare insieme e l'apprendimento.

Antonella Di Vincenzo

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni