LE MISURE DEL VIMINALE

Per far rispettare i divieti per le nuove zone rosse

Dopo l'ultimo decreto legge del Governo, varato l'8 marzo per cercare di dare un'ulteriore stretta al dilagare dei contagi, è la volta del Viminale - Ministero dell'interno.
Il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, ha infatti disposto la direttiva ai Prefetti per l'attuazione dei controlli su stazioni ferroviarie, aeroporti, porti, autostrade e strade extraurbane a limitazione delle nuove zone rosse.
Il provvedimento ha previsto la convocazione immediata dei Comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica per organizzare i controlli in entrata e in uscita.
Ricordiamo che è possibile spostarsi da e fuori dalla zona rossa solo per esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute da attestare mediante autodichiarazione, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia.
L'unico divieto che non ammette eccezioni è per le persone sottoposte a quarantena o che sono risultate positive al virus.
Nei controlli saranno coinvolti l'Arma dei carabinieri e le Polizie municipali.
La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti prevede fino a tre mesi di arresto o una sanzione di 206 euro.

Per il trasporto ferroviario

I controlli saranno effettuati da Polizia ferroviaria, personale delle Ferrovie dello Stato, autorità sanitarie e Protezione civile. I passeggeri in entrata e in uscita dalle stazioni saranno controllati per verificare lo stato di salute. Previsto l'uso del termoscan.


Un ulteriore controllo avverrà acquisendo, anche in questo caso, le autodichiarazioni.

Per il trasporto aereo

Tutti i passeggeri in partenza saranno sottoposti a controllo sia del titolo di viaggio sia dell'autocertificazione. Lo stesso si ripeterà sui voli in arrivo.Saranno esclusi i passeggeri in transito.


Per i voli Schengen ed extra Schengen in partenza, le autocertificazioni saranno richieste solo ai residenti o domiciliati nella zona rossa.


Per i voli Schengen ed extra Schengen in arrivo, i passeggeri dovranno motivare lo scopo del viaggio all'atto dell'ingresso.

Per il trasporto via mare

Controlli simili a quelli per gli spostamenti aerei saranno adottati a Venezia per i passeggeri delle navi da crociera. Lo sbarco sarà consentito solo per rientrare nei luoghi di residenza o nei paesi di provenienza.

L'autodichiarazione

Si pone, è fuori dubbio, il problema della veridicità delle autodichiarazioni. Veridicità che sarà comprovata sia sul momento sia attraverso controlli successivi.


La sanzione in caso di autocertificazione falsa prevede l'arresto fino a 3 mesi o l'ammenda di 206 euro.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni