Quasi ultimati i lavori in Galleria Vittorio Emanuele

Il grande carroponte, cioè il grande ponteggio mobile alto 26 metri, utilizzato come piattaforma per il restauro della Galleria Vittorio Emanuele, è stato spostato per l'ultima volta il 17 febbraio, passando dal lato di via Ugo Foscolo al lato di via Silvio Pellico.

La grande macchina dall'inizio dei lavori è stata spostata all'interno della Galleria per un totale di 50 metri grazie a dei binari lunghi 15 metri, che venivano smontati e riposizionati in avanti per permettere al ponteggio di avanzare.
I movimenti sono stati gestiti dall'impresa Percassi, la stessa che ha progettato e costruito il grande macchinario.
Tutti i lavori di spostamento si sono svolti con la massima efficienza, rispettando la tempistica prevista, continuando a rendere possibile nel contempo l'ingresso ai passanti all'interno dell'Ottagono.
La storica galleria Vittorio Emanuele, progettata a fine Ottocento dall'architetto Mengoni e concepita come “salotto buono di Milano”, grazie a questi restauri tornerà quindi allo splendore degli anni passati, diventando un'attrazione capace di accogliere e di catturare l'attenzione dei visitatori che da maggio si riverseranno in città per Expo.

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni