RIPARTE LA CULTURA

Cosa cambia per musei, mostre e biblioteche

L'assessore alla cultura Filippo Del Corno ha presentato una proposta per la riapertura delle attività culturali in città.

Alla base delle scelte ci sono la gradualità e la sicurezza di musei con un periodo di prova da testare dal 18 maggio al 21 giugno.

Le fasi della riapertura prevedranno:

- la sanificazione degli ambienti;

- il controllo degli impianti di areazione;

- la fornitura dei presidi sanitari come il gel per la disinfezione delle mani

- apertura alternata e con orari ridotti;

- accessi contingentati e capienze stabilita in base alla grandezza del museo;

- ingressi solo su prenotazione online e con mascherina.

Per evitare assembramenti, nel week end saranno chiusi tutti i musei nelle vicinanze dei parchi.

 

La prima fase di questo progetto dovrebbe partire dal 19 al 24 maggio con:

- martedì 19, mercoledì 20 e giovedì 21 maggio per Castello Sforzesco, museo di Storia Naturale, Galleria d’Arte Moderna (GAM), Acquario, Casa Museo Boschi-Di Stefano.

- venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 maggio per Museo del Novecento, Archeologico, Palazzo Morando, Mudec.

Se non ci saranno problemi, dal 26 maggio al 21 giugno le aperture saranno:

- martedì e mercoledì GAM, Museo di Storia Naturale, Museo del Risorgimento, Acquario;

- giovedì, Castello, Casa Boschi-Di Stefano e museo Francesco Messina;

- venerdì Castello, Casa Boschi-Di Stefano, museo Francesco Messina e Mudec;

- sabato e domenica museo del Novecento, Palazzo Morando, Museo Archeologico, Mudec.

 

Per tutti i musei sarà obbligatoria la prenotazione su una piattaforma realizzata ad hoc sul sito www.vivaticket.it con l’indicazione dell’orario e il biglietto, anche se gratuito.

 

Le mostre

Dal 28 maggio si potranno visitare quelle di Palazzo Reale, con ingressi contingentati e su prenotazione.

La rassegna dedicata a Georges de la Tour è stata prorogata fino al 27 settembre.

La rassegna Tutankhamon. Viaggio oltre le tenebre è stata prorogata fino al 30 agosto.

La rassegna Roberto Cotroneo Genius Loci fino al 26 luglio.

 

Le biblioteche

È prevista una ripartenza con cinque giorni di apertura alla settimana.

Alla Sormani saranno previsti solo il prestito e la restituzione.

Per le altre biblioteche rionali ci sarà un graduale accesso del pubblico fino ad arrivare all'orario estivo che entrerà in vigore dal 29 giugno al 5 settembre.

 

È prematuro parlare degli eventi.

Si vorrebbero mantenere l’estate sforzesca e le iniziative che fanno capo alla Triennale.


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni