Un pitone in via La Spezia e l’Enpa lo salva.

Non era in un paese tropicale, ma in via La Spezia a Milano intorno a mezzogiorno, immobile sul marciapiede.  Chissà lo spavento di quella signora quando ha visto a terra immobile l'enorme pitone. Non avvicinandosi, per la paura, ha chiamato in soccorso l’Enpa Milano per gli aiuti. Ricevuta la foto del rettile, i soccorritori si sono recati subito sul posto per recuperarlo, viste le condizioni climatiche fredde non adatte al serpente. Il pitone è stato subito trasferito presso la clinica veterinaria dell’Associazione dove, con i lavaggi in acqua tiepida, si è ripreso e ha ricominciato, dopo circa mezzora, a essere reattivo. 
Come ha spiegato il presidente dell’Enpa di Milano:  “Questi rettili non possono essere lasciati all’aperto con queste temperature, sono animali a sangue freddo, abituati in natura a tutt’altro clima. Molto spesso il loro rinvenimento è dovuto ad abbandoni volontari, che avvengono per le difficoltà di gestione nelle abitazioni. Un fatto che può mettere a rischio la vita dell’animale e che costituisce un reato penale".
Enpa spera che tramite il comunicato il proprietario del pitone, che potrebbe anche essere fuggito dalla teca e non abbandonato, possa riconoscerlo e reclamarne il possesso. La detenzione di questi animali in cattività è purtroppo lecita, quindi se il detentore è in possesso dei documenti che attestano la legalità del possesso, non rischia alcuna sanzione. Purtroppo, in questi casi più di una volta è capitato che nessuno si sia fatto vivo per reclamare la proprietà dell’animale.

Manuelita Lupo

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni