LA PAROLA AI LETTORI - L'INSOSTENIBILE LENTEZZA DEL 9

Spettabile Redazione,

Vi scrivo in merito all’assurda lentezza del tram N.9.

Come molti sanno, i due capolinea sono ubicati a Porta Genova e in Piazza Duca d’ Aosta; il percorso non è tra i più lunghi in città e una buona parte delle rotaie godono, da Porta Romana a Viale Monte Grappa, di una preferenziale. Eppure, il tempo di percorrenza è talmente lungo da essere snervante.

Finché c’erano i vecchi tram tutto sommato si viaggiava abbastanza velocemente ma da quando sono stati introdotti i nuovi Sirietto, si farebbe prima ad andare a piedi. Questi tram sono troppo ingombranti per una sede tranviaria così piccola e la velocità che possono raggiungere è assai limitata; se a questo si aggiungono il divieto di accodamento in fermata, una sfortunata serie di semafori rossi e il traffico cittadino, il viaggio si trasforma in un incubo. Per due volte ho perso il treno in Stazione Centrale, pur essendomi mosso con largo anticipo, proprio per i problemi citati.

Ho sentito che il Comune sta studiando un’onda verde per i semafori ma finché non prenderà in considerazione di rimettere i vecchi modello ’28, dubito che la situazione potrà migliorare.

Vi ringrazio anticipatamente per la segnalazione.

Lettera firmata


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni