WALTER RICCIARDI SULLA RIAPERTURA IN LOMBARDIA

Il parere del consulente dell'OMS per il Ministero della Salute

In questi ultimi giorni, si susseguono le notizie che descrivono le iniziative regionali per il riavvio delle attività economiche. Quasi in parallelo, si riportano anche i pareri del mondo scientifico.

In più di una occasione e da più di un interlocutore, nel corso delle conferenze stampa della Protezione Civile, sono arrivati inviti alla calma e alla prudenza.

Il sito di Italpress di oggi, 18 aprile, riporta il parere del dott. Walter Ricciardi, consigliere dell'Oms e consigliere del Ministro della Salute.

A suo dire, la riapertura deve basarsi su tre parametri:

- Il tasso di circolazione del virus: Dal momento che il coronavirus ha una diffusione molto rapida, se il tasso è alto "non ci sono elementi obiettivi per riaprire a maggio";

- Il livello di rischio delle attività lavorative: Non solo le misure da adottare sul posto di lavoro, dunque, ma anche gli spostamenti per raggiungerlo. Una metropolitana affollata come da ora di punta pre-virus non si concilia con la distanza tra le postazioni di lavoro:

- Le misure di sicurezza: I datori di lavoro devono predisporre dei "protocolli ben strutturati sulle distanze tra le persone, l’igienizzazione e l'utilizzo dei dispositivi di protezione".

In conclusione, Ricciardi afferma: "Non tutti hanno capito che quello che ci aspetta fino a quando non avremo trovato il vaccino è una continua lotta contro questo agente patogeno. Ci saranno tanti piccoli focolai e anche il rischio che scoppi un’altra epidemia dopo l’estate".


 

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni