I TACCUINI DI NONNA MARIA

Emozioni nei giorni del Coronavirus

C... CIARLARE

Milano, via Govone, uno stabile di quattro piani. Ore 17.00, l'ora della ciarla.

Timidamente si aprono le porte su ogni pianerottolo, le distanze sono quelle precauzionali... chi esce munita di sgabello, chi siede sui gradini, chi resta appoggiata allo stipite della porta, corpo infilato in dentro, viso fuori.

Qualche porta resta chiusa ma domani si aprirà. Inizia un appello di nomi, quasi un canto gregoriano nella penombra della scala "Anna ,ci sei?" - "Maria?" - "Oggi Adriana non esce?" - "Avete comprato anche per me le mascherine?" - "Ecco, vi mando questo libro, farà buona compagnia." - "Stasera, mi chiamate per darmi la buonanotte?" - "Domattina, chiamatemi solo per accertarvi che ancora ci sono, mi raccomando, fatelo.

"LA CIARLA DEL PIANEROTTOLO: un modo per contarsi, esserci, aiutarsi. Solidarietà.


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni