ACCADDE IL 6 SETTEMBRE

6 settembre 1941 – Olocausto: l'obbligo di indossare la Stella di David con soprascritta la parola "Jude" ("giudeo"), viene esteso a tutti gli ebrei sopra l'età di 6 anni, nelle aree occupate dalla Germania nazista





La stella di David, o meglio lo scudo di David  o anche sigillo di Salomone, è la stella a sei punte che, insieme alla Menorah, rappresenta la civiltà e la religiosità ebraica. Diventata simbolo del sionismo fin dal primo congresso di Basilea (1895), è presente nella bandiera dello Stato di Israele (insieme alle fasce blu del Talled) a partire dal 1946, quando la bandiera sionista divenne quella ufficiale dello Stato di Israele. La "stella a sei punte" è anche un simbolo molto diffuso nella cabala esoterica e nell'occultismo più in generale. Una Stella di David, spesso di colore giallo, venne utilizzata dai nazisti durante la shoah come metodo di identificazione degli ebrei, e venne chiamata la Stella Ebrea. L'obbligo di portare la Stella di Davide con la parola jude (ebreo in tedesco) scritta sopra venne esteso a tutti gli ebrei al di sopra dei 6 anni nelle zone occupate dalla Germania dal 6 settembre 1941. In altri luoghi vennero utilizzate le parole della lingua locale (per esempio juif in francesejood in olandese) Nella Polonia occupata gli ebrei vennero costretti a portare una fascia sul braccio con una Stella di Davide sopra, come anche una pezza davanti e dietro i propri indumenti. Gli ebrei internati nei campi di concentramento vennero in seguito costretti a portare simili simboli, che rientravano in una lista più lunga di simboli dedicata alle varie categorie. Queste erano di solito identificate da un triangolo colorato, mentre la Stella di David era composta da due triangoli gialli sovrapposti.




Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni