ACCADDE L'1 GIUGNO

1 giugno 2003 – La Cina inizia a riempire il bacino dietro la massiccia Diga delle Tre Gole, innalzando il livello dell'acqua di oltre 100 metri



La diga delle Tre Gole, denominata anche progetto Tre Gole, è una diga per la produzione di energia elettrica costruita sul Fiume Azzurro, nella provincia di Hubei in Cina, nonché la seconda diga più grande al mondo dopo la Diga di Itaipú. È una centrale idroelettrica a bacino di accumulo e per far arrivare l'acqua alle turbine sfrutta la pressione dell'acqua dell'intero bacino: con 2309 metri di larghezza, detiene i record mondiali per la diga più grande e per la centrale idroelettrica più potente, capace di soddisfare il 3% dell'enorme fabbisogno energetico del paese.

Completata il 20 maggio 2006, la diga fa parte di un più vasto complesso ad essa annesso, che è stato interamente ultimato nel giugno del 2009. Il progetto è stato fin dal principio contestato dalle associazioni ambientaliste per l'elevato impatto ambientale e per l'elevato numero di persone sfollate. La realizzazione dell'opera sarebbe stata necessaria per il contenimento del rischio di inondazioni nella parte meridionale del paese, per rendere navigabile l'alto corso del fiume Yangtze e per produrre energia elettrica. Con una potenza di 22,5 GW e un'energia totale di 98,8 TWh generata ogni anno, è l'impianto energetico più potente al mondo.

Aspetti positivi

La produzione di energia elettrica della diga delle Tre Gole risparmierà la produzione di carburante e polveri inquinanti che sarebbero derivate dalla combustione di combustibili fossili. A tal proposito va ricordato che l'energia elettrica in Cina è prodotta in gran parte con il carbone (68% nel 2017). Inoltre, grazie alla costruzione della diga, si sarà in grado di controllare le piene del fiume e renderlo, insieme ai suoi tributari, più sicuro da navigare.

Aspetti negativi

Per la creazione del bacino sono stati sommersi più di 1300 siti archeologici (tra i quali Baiheliang), 13 città, 140 paesi e 1352 villaggi che hanno comportato il trasferimento di circa 1,4 milioni di abitanti (sono 116 le località finite direttamente sott'acqua). Le autorità cinesi prevedono il trasferimento di almeno altri quattro milioni di persone dalla zona delle Tre Gole nel periodo 2008-2023.

La giornalista Dai Qing è stata incarcerata per 11 mesi per aver denunciato nel suo saggio Chang Jiang!Chang Jiang! del 1989 il fatto che a seguito della costruzione molte specie animali e vegetali scompariranno a causa della distruzione degli habitat in cui vivono, dovuta anche all'inquinamento provocato dalle industrie locali e dall'eccessivo traffico navale[8]. Un esempio è dato dal lipote, un delfino d'acqua dolce che popolava le acque del fiume Yangtze, dichiarato estinto nel 2006, ma avvistato nuovamente il 30 agosto 2007.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni