Andrea Camilleri - La Pensione Eva - Mondadori -

INCIPIT - Fu tanticchia prima dei suoi dodici anni che Nené finalmente capì quello che capitava dintra alla Pensione Eva tra i màscoli grandi che la frequentavano e le fimmine che ci abitavano.

Fu fin da quando sua madre aveva acconsentito che poteva andare a trovare da solo a suo parte che travagliava nel porto, consenso che ebbe quando accomenzò a frequentare la scola limentare, che Nenè venne pigliato di grandissima curiosità per la Pensione Eva.


FINIS - Tornarono in paisi verso le tri del matino. S'erano sbafate tutte le sarde e avevano svacantato le tri bottiglie. Erano 'mbriachi, caddero una gran quantità di volte dalla bicicletta. Arrivati davanti a quella che era stata la Pensione Eva, si fermarono, scesero e s'assittarono in mezzo alle macerie. Ciccio tirò fora un pacchetto di sicarette miricane, se ne addrumò una. Doppo tanticchia, Nenè disse:
"Dammene una macari a mia".
E si fumò la prima sicaretta della sua vita.

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni