FIGLI E AMANTI - David Herbert Lawrence

La letteratura universale a cura di Antonella Di Vincenzo

INCIPIT

I «Bottom» furono costruiti dopo «Hell Row». «HellRow» era un branco di casette tozze, dal tetto di paglia,sparse lungo la riva del torrente, dalla parte di Greenhill Lane. Servivano d'abitazione ai minatori che lavoravano nei piccoli pozzi, due campi più in là. Il torrente scorre-va sotto gli ontani, e appena lo intorbidivano quelle mi-niere di poco conto, dalle quali il carbone veniva tirato su dagli asini che giravano pigramente intorno al pozzo. E tutta quanta la regione era sparsa di quei medesimi pozzi, alcuni dei quali erano in efficienza fin dai tempi di Carlo II, e i pochi minatori e gli asini brulicavano sottoterra come formiche, formando bizzarri rialzi e piccole macchie nere tra i campi di grano e i prati. E le casette di questi minatori, a gruppi, a coppie qua e là, unitamente a qualche fattoria solitaria e alle case dei tessitori,sparse per tutta la parrocchia, formavano il villaggio di Bestwood.

 

FINIS

La madre era il solo essere che lo sostenesse, che gli desse la forza di esser se stesso, in mezzo a tutto ciò. Edera scomparsa, s'era confusa con tutte quelle cose. Eglinon voleva che essa lo sentisse, voleva averla accanto a sè.No, non avrebbe ceduto. Volgendosi bruscamente,s'incamminò verso la fosforescenza d'oro della città. Aveva i pugni stretti, le labbra serrate. Non avrebbe pre-so, per seguire la madre, la via delle tenebre. Rapida-mente, s'avviava verso la città risplendente, verso il suo mormorìo confuso.