FRODE ASSICURATIVA

Argomento base di molti romanzi gialli

Tra i vari ripescaggi che ricorrentemente compaiono in letteratura: poliziesca in primis, vi sono quelli concernenti le trame incentrate sulle frodi assicurative, vale a dire su polizze sulla vita che poi saranno incassate da furbastri a danno della Casa assicurante. Il film modello capostipite è stato e continua a essere "La fiamma del peccato - Double Indemnity", che Billy Wilder nel 1943 ha diretto e scritto con Raymond Chandler. Tratto dal romanzo "Doppia indennità" scritto da James Cain parla di una frode organizzata da un agente assicurativo invaghitosi di una bella cliente. Venticinque anni dopo l'uscita del romanzo dell'americano Cain ecco l'inglese James Hadley Chase scrivere un nuovo romanzo: "Assicurazione sulla morte" che ricalca il soggetto originale, anche stavolta c'è un agente assicurativo che in combutta con la moglie di un cliente fa firmare a questi con l'inganno un contratto dove la moglie riceverà la somma di cinquantamila dollari nel caso il marito morrà. Cosa questa che in effetti avviene. Il cliente porta lo strabiliante nome di Philip Barlowe! 
Chase ha mutato una sola consonante: la M, per sostituirla con la B e ricavarne un romanzo che si potrebbe definire anch'esso di serie B, soprattutto se paragonato con quelli scritti da Chandler, ma che nell'universo poliziesco è in realtà definibile come un buon esempio di narrativa di genere. 
Barlowe, vittima designata dell'intrigo ordito dalla propria moglie, un'ex prostituta amorale invaghitasi di un ex pugile che lavora per un criminale, che presta denaro ad alti tassi di interesse ed è, a differenza della vittima designata del romanzo di Cain che lavora onestamente nel campo petrolifero, un maniaco sessuale. Collezionista di immagini pornografiche e guardone per diletto scivolerà nel delitto uccidendo un giovane, mentre amoreggia in auto con la sua ragazza, violentandola poi, con l'intenzione di continuare nella sua perversa serie uccidendo e stuprando. Ma prima che questo avvenga viene ucciso dall'assicuratore che gli ha fatto firmare con l'inganno la polizza fatale. 
Perché Chase abbia chiamato Philip Barlowe questo essere spregevole non si spiega facilmente. Chandler era morto da quattro anni quando il romanzo apparve, nel 1963. Se il povero Raymond lo avesse letto è sicuro che si sarebbe adirato e probabile che avrebbe cercato di citare il suo autore a giudizio. Forse lo scrittore inglese americanizzato, poiché la stragrande maggioranza dei suoi romanzi è ambientata in America. che era a conoscenza del giudizio negativo riportato in una lettera che lo scrittore perché emigrato in Gran Bretagna nei primi anni della sua infanzia aveva scritto. 
Al permaloso Chandler bastava poco per fargli saltare la mosca al naso. Da Cain a Spillane, da Chase a Ross Macdonald quasi nessuno gli piaceva. Ecco così che in questo romanzo Marlowe si tramuta in Barlowe e da onesto romantico e moralista detective diventa un amorale che poi intraprende anche la carriera di assassino.
Nel romanzo compare anche la descrizione di un uomo che potrebbe somigliare allo stesso Chandler, e che Chase non descrive certo con affetto. Ricompaiono poi due personaggi già presenti in un suo precedente romanzo "Double Shuffle" uscito 11 anni prima: l'investigatore della compagnia di assicurazioni Steve Harmas, che comparirà in sei romanzi, e il suo capo Maddox. Harmas è un detective intelligente e ironico, il quale sa condurre in porto l'indagine commissionatagli in collaborazione con la polizia. Nello stile tipico dello scrittore inglese fatto di colpi di scena che proseguono fino all'inevitabile finale dove la catarsi avviene mediante il suicidio del protagonista, il romanzo, che si situa a metà della produzione letteraria di Chase, iniziata nel 1939 e conclusasi nel 1985, rappresenta il tipico esempio del suo modo di scrivere e descrivere violento, ricco di colpi di scena e di tensione e di un umorismo composto di battute che caratterizzano da sempre per noi lettori europei quel modo di parlare rappresentante l'America e i suoi divertenti abitanti. 
Antonio Mecca

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni