‘IL PERSONAGGIO DEL LUNEDI’’ PAPA PAOLO VI

IL PAPA PROCLAMATO SANTO DA PAPA FRANCESCO

Papa Paolo VI nasce a Concesio (BS) il 26 settembre 1897 e muore a Roma il 6 agosto 1978.
Il suo vero nome è Giovanni Battista Enrico Antonio Maria Montini. È il 262° Vescovo di Roma e Papa della Religione Cattolica.
Giovanni Montini nasce in una famiglia borghese della provincia di Brescia. Il padre è un avvocato, con la passione per la Politica: membro del Partito Popolare di Don Luigi Sturzo viene eletto tre volte Deputato del Parlamento Italiano.
Nel 1916, Giovanni Montini, dopo aver frequentato le elementari e le medie presso un collegio dei Frati Gesuiti e il liceo classico Arnaldo di Brescia, entra in Seminario. Nel 1919 aderisce alla Federazione Universitaria Cattolica Italiana (FUCI). Nel 1920 viene Ordinato Sacerdote nella Cattedrale di Brescia, termina il Dottorato in Diritto Canonico, entra nell’Accademia dei Nobili Ecclesiastici, si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Statale e a quelle di Diritto Canonico e di Diritto Civile della Pontificia Università Gregoriana di Roma.
Nel 1923 inizia gli studi inerenti i rapporti diplomatici presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica, diventa collaboratore, su indicazioni di Papa Pio XI, della Segreteria di Stato e viene inviato a Varsavia in qualità di responsabile della Nunziatura Apostolica.
Nel 1924 si laurea in Diritto Canonico, in Filosofia e in Diritto Civile.
Nel 1925 viene nominato Assistente Ecclesiastico Nazionale della FUCI. Gli anni in cui svolge tale incarico non sono anni facili visti gli accesi contrasti con i frati gesuiti.
Nel 1933 rassegna le dimissioni dalla FUCI. Nel 1937 viene nominato sostituto della Segreteria di Stato e diviene il collaboratore più importante del Cardinale Eugenio Pacelli.
Nel 1939 muore Papa Pio XI ed Eugenio Pacelli viene nominato Papa con il nome di Pio XII.
Giovanni Montini durante la Seconda Guerra Mondiale riesce, insieme ad altri esponenti della Chiesa, ad evitare la deportazione di oltre quattromila ebrei. Nel 1944 diventa Pro-Segretario di Stato. Nel 1952 Papa Pio XII gli assegna il compito di gestire gli Affari di Stato ordinari. Nel 1954 Papa Pio XII lo nomina Arcivescovo di Milano. Giovanni Montini si adopera per diffondere la fede che nella città di Milano si era notevolmente ridotta. Per raggiungere tale obiettivo contatta tutte le forze sociali e da vita alle Associazioni Cattoliche dei Lavoratori Italiani. Nel 1958 muore Papa Pio XII e come suo successore viene eletto Angelo Giuseppe Roncalli, Patriarca di Venezia. Giuseppe Roncalli assume il nome di Giovanni XXIII. Nel 1958 Giovanni Montini viene eletto Cardinale.
Nel 1960 Giovanni Montini si reca negli Stati Uniti e in Brasile. Nel 1962 visita la Nigeria, il Congo, il Ghana, la Rodesia, il Sudan, il Sud Africa e il Kenya. Nel 1963 Papa Giovanni XXIII muore e Giovanni Montini viene eletto Papa e assume il nome di Papa Paolo VI.
Nel 1965 Papa Paolo VI porta a termine il Concilio Vaticano II iniziato, nel 1962 da Papa Giovanni XXIII. Nel 1970 Papa Paolo VI subisce un attentato all’aeroporto di Manila riportando alcune ferite al costato. Nel 1975 è vittima di uno scandaloso gossip: uno scrittore omosessuale dichiara di poter dimostrare che il Papa, quando era Arcivescovo di Milano, ha avuto una relazione omosessuale con un giovane attore. Tale affermazione, però, appare come una sorta di vendetta da parte dello scrittore a fronte di un documento frutto della Congregazione per la Dottrina della Fede, in cui si dichiara che l’etica della Fede è contraria all’omosessualità Il 6 agosto 1978 Papa Paolo VI decede. Su sua indicazione i funerali sono semplici e sobri e non sfarzosi come la sua carica prevederebbe. Papa Francesco, nel 2014, lo Beatifica e, nel 2018, lo Proclama Santo.
Papa paolo VI, uomo di altissima cultura e conoscitore delle esatte ramificazioni e dei reali problemi della Chiesa Cattolica si è sempre battuto per la diffusione della fede e per fornire ai ceti sociali più deboli l’aiuto necessario per vivere una vita dignitosa.
Nel suo Pontificato riforma il Diritto Canonico, promuove l’incontro con le altre Confessioni Religiose, rinnova la Curia Romana, abolisce la Guardia Nobile e la Guardia Papalina mantenendo la sola Guardia Svizzera, definisce il Canto Gregoriano come il canto della liturgia romana permettendo anche altre forme di musica sacra, riforma la prassi per l’Ordinamento di un Diacono, di un Sacerdote e di un Vescovo, rinnova il Messale Romano, rinnova  il rito per la celebrazione della professione di una Suora, del Battesimo di un Bambino e del Rito Funebre, rinnova il Sacramento della Cresima e riforma il rito dell’Unzione degli Infermi.
A cura di Flavio Fera

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni