La razza dei minus habens è in continuo aumento

Tenuto conto della rapidità con cui aumenta la popolazione del globo

Così Sanantonio nel suo bel romanzo del 1968 "Bravo, dottor Berù". Così qui da noi dove le marce anti questo e anti quello proliferano a iosa, tranne quelle giuste contro la corruzione politica e contro l'inquinamento del clima, che forse ora in molti fra noi hanno mostrato di comprendere ma non dimostrato a sufficienza nelle piazze. Siamo in ostaggio di un virus maligno la cui origine poco chiara non è per questo meno spiegabile con l'inquinamento graduale che ha colpito la Terra. Questo nostro bellissimo pianeta che così tanto ci ha dato ma che così poco ha preso di buono da noi. L'unica arma per poterlo contrastare e in seguito vincere, è il vaccino, ma molti, troppi, ancora lo rifiutano, pensando che si tratti di qualcosa di orribilmente mostruoso atto a instradarci su una tragedia che vedrà crollare a terra tutti coloro che ne avranno assunto la dose. E siccome questi che vanno affermando ciò tutto sono al di fuori di giganti, il loro impatto con il suolo non potrà non essere così grave da far tremare la terra. Il tremolio che avvertiamo è se mai quello alle mani, dato che vorremmo spiegare alla maniera nostra quello che alla maniera loro cercano di imporci. E tutto questo nonostante molti di loro si sono nel frattempo ammalati e, se non deceduti, sono stati curati proprio da coloro che hanno denigrato ignominiosamente. 
La loro caduta al suolo non sarà insomma paragonabile a quella dei ciclopi, i quali avevano un solo occhio nel mezzo della fronte mentre costoro pur avendo i due occhi posseggono mezzo cervello. Fa tanta pena vedere e soprattutto sentire le blaterazioni da loro enunciate. La sfiducia nella scienza medica che vede coinvolti medici e paramedici, infermieri che con abnegazione si prodigano verso gli altri spendendo di loro anche parole affettuose che non possono non alleviare il dolore e la sofferenza fa davvero star male. Certo: fra i dottori e gli infermieri ci sono anche alcune persone ben poco altruiste, pericolose persino. Ma il voler generalizzare ogni cosa, non dovrebbe appartenere alla razza umana. Se qualche poliziotto, o carabiniere, o magistrato è corrotto; se qualche prete è pedofilo; se qualche produttore di cibo è un sofisticatore significa forse che tutti gli altri lo siano? Raymond Chandler ne "Il lungo addio" fa dire a Marlowe rivolto a Bernie Ohls:

"Siete un ottimo poliziotto, Bernie, ma ciò non vi impedisce di essere anche maniaco. Se un tale perde la sua busta-paga al tavolo da gioco, bisogna abolire il gioco d'azzardo? Se si ubriaca, bisogna vietare i liquori? Se si investe qualcuno con la macchina si deve vietare la fabbricazione delle automobili? Se si fa sorprendere con la ragazza in una camera d'albergo, bisogna abolire gli  alberghi. Se casca giù dalle scale, non si devono più costruire scale?"
"Noi non abbiamo delinquenti, e sindacati del delitto e squadre di massacratori perché gli uomini politici sono disonesti e si servono di tirapiedi nel Municipio e negli organi legislativi. Il delitto non è una malattia, è un sintomo. Siamo un popolo numeroso, ricco, primitivo, sfrenato. e il delitto è lo scotto che paghiamo per questo, e la malavita organizzata è lo scotto che paghiamo per l'organizzazione. La malavita organizzata non è altro che l'aspetto più sudicio del potere d'acquisto del dollaro".
Ecco, terminando con questo bellissimo dialogo scritto da Raymond Chandler speriamo di poter mettere la parola "Fine" a determinati comportamenti. Anche se più che un punto fermo altro probabilmente non sarà che un punto di sospensione, una serie di punti sopra i quali in seguito scivolare tipo tapis roulant di quelli che negli aeroporti conducono all'aereo sopra il quale sorvolare il nostro povero e disgraziato pianeta, o all'uscita dell'aeroporto dove prendere un automezzo che ci conduca a casa, dove rinfrancarci davanti allo schermo televisivo per sottoporci allo scherno quotidiano proferito da determinati individui.

Antonio Mecca

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni