LO STRANO CASO DEL DOTTOR JEKYLL E DEL SIGNOR HYDE - Robert Stevenson

I romanzi inglesi del terrore
a cura di Uccio Greco

Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde (1886 ) di Robert Stevenson

Un avvocato, incurante della lotta tra il bene e il male che da sempre agita l'animo umano, rompe ogni barriera morale pur di scoprire le catastrofi altrui, dimenticando quelle proprie. Una porta che si apre con la forza scoprendo le nefandezze e le virtù di una doppia personalità.

 
INCIPIT: L'avvocato Utterson era un uomo dall'aspetto rude, non s'illuminava mai di un sorriso; freddo, misurato e imbarazato nel parlare, riservato nell'esprimere i propri sentimenti; era un uomo magro, lungo, polveroso e triste, eppure in un certo senso amabile. Nelle riunioni di amici, quando il vino era di suo gusto, gli traspariva negli occhi qualcosa di veramente umano; qualcosa che non trovava mai modo di risultare nelle sue parole, e che si manifestava, oltre che in quella silenziosa espressione della faccia dopo una cena, più spesso ancora e più vivamente nelle azioni della sua vita.

EXPLICIT: Morirà sul patibolo, Hyde? o troverà il coraggio di liberarsi all'ultimo attimo? Lo sa Dio: io non me ne curo più; questa è l'ora della mia vera morte, quanto accadrà dopo concerne un altro individuo. A questo punto, mentre depongo la penna e suggello la mia confessione, pongo fine alla vita dell'infelice Henry Jekyll.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni