NATUROPATIA IN BREVE 02/01

Nuovi propositi per il 2023. (Terza parte)

1. OBIETTIVI SPECIFICI e AZIONI CONCRETE

Ci sono diversi tipi di buoni propositi. Da un lato, ci sono gli obiettivi vaghi e generici; il Natale e l’inizio dell’anno ci avvolgono in un’atmosfera magica e ci riempiono di grandi speranze, così ci sentiamo quasi invincibili e pronti ad aspirare a grandi risoluzioni. Gli obiettivi che ci si propone quindi possono essere molto astratti, imprecisi e spesso irrealistici. Quando gli obiettivi sono generici e non si possono osservare direttamente, però, è molto più probabile che siano destinati a fallire. Gli obiettivi dovrebbero invece essere specifici, meglio se piccoli ma comunque  realistici, e devono prevedere soluzioni concrete. Bisogna quindi pensare: “Cosa posso fare concretamente per raggiungere questo obiettivo?”. Ad esempio, se si decide di "prendersi più cura del proprio corpo" (obiettivo generico) bisogna renderlo più specifico e programmare delle azioni concrete come ad es. "entro metà gennaio mi iscrivo a quel corso di yoga” oppure “mi dedicherò a questa attività almeno una volta alla settimana, magari il giovedì che sono più libero". Il segreto quindi è pianificare azioni concrete e perseverare!

Claudio Dianese Naturopata
www.egiabenessere.it

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni