NATUROPATIA IN BREVE 03/10

Frutta di stagione: pera

La pera è un frutto ad alta digeribilità e per questo è ben tollerata da tutti ed è adatta anche allo svezzamento dei bambini. Contiene pochissimo sodio e ciò la rende adatta ai malati di cuore e di reni ed è concessa anche ai diabetici perché contiene uno zucchero, il levulosio, che richiede un basso intervento di insulina per il suo assorbimento. Nella pera più stagionata, però, la buccia diventa lignea e coriacea: in questo caso è meno digeribile del frutto fresco. L’apporto calorico della pera è di circa 40 calorie per 100 grammi, è molto ricca di fibre, fosforo, calcio, ferro, e in particolare di potassio. La pera è consigliata, proprio per la presenza di potassio e di tannino, che sono contenuti nella polpa, agli artritici e ai gottosi perché queste sostanze hanno la capacità di agevolare l’espulsione degli acidi urici in eccesso nel sangue. Il potassio presente, inoltre, ha effetto energetico sulla muscolatura e sul muscolo cardiaco. La pera, poi, ha azione blandamente lassativa per la presenza delle fibre e sembra possibile che abbia anche azione ipotensiva, grazie alla sua azione diuretica. Nella polpa, infine, è contenuta una sostanza, la iodina, che agisce favorevolmente sulla tiroide. A chi è sconsigliata? La pera, per le sue caratteristiche di essere abbastanza ricca di fibre, non è adatta alle persone che soffrono di colite. Infine, altre utili informazioni le trovi nel mio libro “Naturopatia secondo Dianese”. 

Claudio Dianese Naturopata
claudio.dianese@gmail.com 

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni