NATUROPATIA IN BREVE 212

Rame: benefici contro il coronavirus (III parte)

Il rame, infatti, sempre in antichità era utilizzato per le sue proprietà antibatteriche, in grado di bloccare e impedire la crescita di batteri, virus e microrganismi. Così come testimoniano gli antichi papiri, infatti, il rame veniva impiegato per disinfettare le ferite e per depurare l’acqua.

EFFICACE CONTRO IL CORONAVIRUS

Uno studio del 1983 – come riportato da Fast Company – aveva dimostrato che il rame era molto più efficace dell’acciaio inossidabile nel contrastare i batteri. Un’altro studio del 2015 avrebbe dimostrato che il rame può fare altrettanto anche contro il coronavirus 229E, un precursore del Covid-19 che sta mettendo in crisi l'intero pianeta. A dimostrarlo è una ricerca americana riportata dai virologi Roberto Burioni e Nicasio Mancini visibile sul sito Medical Facts. Il professor Keevil spiega questo fenomeno come una specie di “esecuzione” subita dal virus che tocca il rame: le cellule vengono penetrate dagli ioni e i patogeni vengono distrutti senza avere alcuna possibilità di riproduzione. Sono anni che personalmente utilizzo il rame come cura ed è anni che non mi ammalo.  Secondo alcuni studi il rame è in grado di neutralizzare la capacità infettiva del coronavirus meglio di altri materiali.

Claudio Dianese Naturopata

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni