NATUROPATIA IN BREVE 62

Il rame: i benefici per la salute e contro il coronavirus… (Prima parte)

È risaputo sin dall’antichità che il rame, a contatto con la pelle, manifesta proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Non c'è da stupirsi che in India la gente beva da millenni da bicchieri di rame. Bracciali, orecchini, anelli, cavigliere composti da questo materiale, sono tradizionalmente impiegati per combattere il mal di testa e contrastare disturbi di natura reumatica. Il loro effetto, che anche la scienza ufficiale conferma è quello di alleviare i dolori e i gonfiori causati dalle infiammazioni articolari e di evitare la rigidità dovuta all'artrite reumatoide e nell'osteoartrite. Quindi, anche quando un soggetto soffre di tali fastidi, la sua mobilità non viene totalmente compromessa dalla malattia grazie all'effetto del rame che, indossato semplicemente, riesce a rilasciare una sorta di sostanza utile a ridurre le infiammazioni e i conseguenti dolori su tutto il corpo. A tal proposito alcuni studiosi sostengono che il rame sotto forma di bracciali, orecchini, anelli, cavigliere ecc., viene assorbito dal corpo attraverso la cosiddetta micronutrizione transdermica (visto che il rame è un ottimo conduttore di calore) e, grazie a questo processo, la persona ne trae giovamento.

Claudio Dianese Naturopata

claudio.dianese@gmail.com

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni