NATUROPATIA IN BREVE 95

Carosello, il fratello del cetriolo. (Seconda parte)

Nel carosello sono presenti modeste quantità di vitamina C, B6, K e di folati mentre tra i sali minerali nominiamo il rame, il magnesio e il potassio. Se le calorie scarseggiano, rendendo sia caroselli sia cetrioli ottimi per chi vuole mantenere la linea o addirittura perdere peso, il loro carico di micronutrienti è invece stupefacentemente alto: sono presenti vitamine K e C, sali minerali come potassio, sodio, calcio e fosforo che rendono questi ortaggi perfetti per combattere la stanchezza e la spossatezza delle calde giornate estive. La qualità dei sali minerali che li compongono conferisce a questi ortaggi anche effetti diuretici. Tante anche le sostanze bioattive che compongono caroselli e cetrioli. Tra queste, le più studiate sono le cucurbitacee, molecole che questi ortaggi producono con la finalità di proteggersi dall'attacco dei parassiti, ma rivelatesi utilissime all'uomo: studi in vitro e su animali hanno infatti dimostrato che queste molecole hanno un’attività antinfiammatoria e antiossidante. Alcuni studi hanno anche indagato l’attività antitumorale di queste molecole e hanno visto che in particolare la cucurbitacina C è in grado di ridurre la proliferazione delle cellule cancerose. Ciò non significa, come spesso propagandato, che cetrioli e caroselli siano potenti antitumorali, perché mancano ovviamente studi che dimostrino la possibilità di usare il cetriolo a scopo terapeutico.
Claudio Dianese Naturopata

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni