Papà Goriot - Honorè de Balzac

A cura di Stelio Ghidotti

INCIPIT

La signora Vauquer nata di Conflans, è una donna anziana che da quarant’anni gestisce a Parigi una pensione piccolo-borghese in via Neuve-Sainte-Geneviève fra il quartiere Latino e il faubourg Saint-Marceau. Questa pensione, conosciuta come ‘Casa Vauquer’, accetta senza distinzioni uomini e donne, giovani e vecchi, e senza mai offrire occasione di maldicenza contro la vita che si conduce in tale rispettabile convivenza, Ma da ormai trent’anni non vi ha messo piede una donna giovane, e dovrebbe essere tenuto molto a corto di denaro dalla propria famiglia quel giovanotto che vi si stabilisse… 
Tuttavia nel 1819, anno in cui inizia questo dramma, vi abitava una ragazza povera. Omissis…. 
Ebbene, sappiatelo! Questo dramma non è una finzione, né un romanzo: è così vero che ognuno può riconoscerne gli elementi intorno a sé, forse nel proprio cuore.


FINIS

Rastignac, rimasto solo, mosse alcuni passi verso la parte alta del cimitero e vide tutta Parigi, adagiata lungo le rive della Senna, dove già si accendevano le prime luci. I suoi occhi si affissarono con avido desiderio tra la colonna della Piazza Vendome e la cupola degli Invalidi, là dove viveva quella dorata società in cui egli aveva voluto penetrare. Posò su quell’alveare ronzante uno sguardo che sembrava volerne suggere il miele e gettò al vento queste impegnative parole: 
“A noi due ora”. 
E come primo atto della sfida che lanciava alla Società, Rastignac si recò a pranzo dalla signora di Nucingen.