Ristrutturazioni delle piazze milanesi

Negli ultimi tempi, pur sotto la coltre oscura della pandemia, Milano sta cambiando il suo aspetto esteriore, che ai meno attenti può sfuggire. Non parlo dei grattacieli che sono stati eretti nella città né degli interventi di Porta Nuova oppure dell’ambizioso progetto di City Life con le sue tre torri,  ma  penso ai nuovi percorsi pedonali, ai nuovi alberi e al verde che viene incrementato nella metropoli, come  la Biblioteca degli Alberi vicino Piazza Gae Aulenti. Vorrei qui soffermare l'attenzione sulle tante piazze che si stanno riqualificando e pedonalizzando nella nostra città. Di alcune sono già ultimati i lavori di restyling, ad esempio: 

  • piazza Bruzzano;

  • piazza Ferrara al Corvetto;

  • piazza Belloveso a Niguarda.

  • Piazza Sicilia nel Municipio 7.

Tutte queste iniziative rientrano nel programma Piazze aperte del Piano Periferie, progettato dal Comune di Milano tenendo conto  delle proposte dei cittadini e di diverse associazioni. Gli obiettivi comuni sono: il rilancio e il rinnovamento di molte zone della città congestionate dal traffico e dai parcheggi sregolati, riportare lo spazio pubblico al centro del quartiere e della vita degli abitanti. È interessante che il progetto comunale abbia un carattere sperimentale e temporaneo, per cui sarebbero possibili variazioni e miglioramenti nell’arco della sperimentazione nella proficua collaborazione tra Amministrazione comunale e residenti dei quartieri. Quale sarebbe il risultato auspicato? Creare piazze più belle e pulite, fuori dal traffico assordante, fruibili dai cittadini che si ritrovano con le famiglie e con i vicini, spazi per tutte le categorie di persone e con strutture ricreative. Quindi si può dire che nasce un arredo urbano nuovo, funzionale, magari colorato, come sicuramente è la piazza “a pois” di Dergano, che è stata la prima Piazza Aperta di Milano. Nel 2018 l'area precedentemente occupata da un vecchio parcheggio delle auto  è stata pedonalizzata con una nuova pavimentazione a pois di bolli bianchi e gialli, apportando alcune modifiche alla viabilità. Al suo interno sono state installati panchine, fioriere, spazi giochi per i bambini con tavoli da ping pong e rastrelliere per biciclette private e condivise BikeMi. Nelle vie adiacenti sui marciapiedi sono state poste una pavimentazione nuova e nuove alberature. Dal 15 settembre scorso prosegue il piano di valorizzazione delle piazze nei quartieri. Tra queste piazza Schiavone alla Bovisa, i cui lavori di ristrutturazione furono a suo tempo tanto contestati. L'intervento prevede la riconfigurazione della piazza, oggi divisa in una parte alberata e una pavimentata, attraverso la demolizione delle scalinate e dei setti murari esistenti. Saranno ampliate le aiuole, portando la superficie a verde dagli attuali 983 a 1.525 metri quadrati, salvaguardando innanzitutto i 24 alberi esistenti e nella parte attualmente pavimentata piantando 16 nuovi alberi ad alto fusto che garantiranno l’incremento delle aree ombreggiate. È prevista anche una nuova pavimentazione a elevata capacità drenante, con la realizzazione di percorsi pedonali che miglioreranno la fruibilità all'interno dell'area verde, ampliando  il campo gioco dei bambini. e collocando una siepe sempreverde, che possa creare una barriera antirumore tra l'area gioco e le abitazioni che si affacciano sulla piazza. Il restyling durerà circa 3 mesi per un costo complessivo di 200.000 euro. Contemporaneamente ai lavori di piazza Schiavone si stanno ristrutturando altre tre piazze di Milano: Lavater, Ortica e San Luigi. È di qualche giorno la notizia dal sito del Comune/lavori pubblici che sono iniziati lunedì nel Quartiere Trenno i lavori di riqualificazione di Piazza Scolari e via Gorlini con realizzazione e ampliamento del marciapiede, posizionamento di 2 fermate ATM , superamento delle barriere architettoniche, una diversa disposizione della sosta. I lavori  sono da finire entro la fine di gennaio. Anche in via Benedetto Marcello, che si presenta come una grande arena, stanno  studiando soluzioni per migliorare in generale gli spazi che ospitano i mercati perché per troppi decenni, con la scusa che c'è il mercato, non si è fatto molto per migliorarli. Entro la fine di quest’anno si prevede la fine della ristrutturazione di Piazza S. Agostino e adiacenze. Anche in altre aree del centro di Milano, in concomitanza della fine dei lavori del cantiere della  M4 si prevede la risistemazione di piazze e strade limitrofe con tre parole d'ordine: più verde, più pedonalizzazione, più ciclabili. In particolare, in Largo Augusto e via Verziere oltre alla  pedonalizzazione sono  progettati  il  ritorno alla posizione originaria della storica Colonna del Verziere e il potenziamento del verde. Si creeranno due filari di alberi da Largo Bersaglieri a largo Augusto. Progetto di riqualificazione anche in Piazza Resistenza Partigiana e via De Amicis, vicino alla stazione M4 De Amicis, dove è prevista la creazione di un nuovo spazio pedonale con verde e alberature. Per concludere, senza pretesa di elencare tutti i lavori di ristrutturazioni delle piazze milanesi, faccio cenno all'ultima idea urbana di cambiare il volto alla Piazza Luigi di Savoia, l'area collocata a destra della Stazione Centrale: si intende creare un nuovo parco giochi di 4200 metri quadrati, che sicuramente porterà un vento di novità nella metropoli.

Luciano Marraffa 

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni